Matt Cancelleria
Vai al Sito

Matrimoni Chick & Shock, Valentina fa tappa a La Bussola by Giovenali

Marco Giovenali e Valentina Papi

MODA/ a cura di Valentina Chic & Shock

Buongiorno ragazze e bentornate nella mia rubrica.
Oggi parliamo di moda Sposa…tempo di sogni, realtà e buon gusto.

Chi di voi non ha mai sognato l’abito bianco?
 
Sono qui a parlarvi di “LA BUSSOLA by Giovenali“, negozio di abbigliamento, abiti da cerimonia e sposa con sede a Marzocca di Senigallia. Per voi ho intervistato il proprietario e gestore della boutique Marco Giovenali.
Un imprenditore a tutto tondo e innovativo, che ha saputo coniugare la tradizione di un’azienda con un passato solido alla capacità di reinventarsi, giorno dopo giorno.
“Do l’anima a questa attività, lavorando anche fino a tarda sera – racconta Giovenali – Oggi la differenza la fa la qualità del servizio e il valore che si dà al cliente: per questo, dedichiamo cura e attenzione alle coppie che si rivolgono a noi per il giorno più importante della loro vita, quello del sì”.
Come nasce il punto vendita “La Bussola”?
“Tutto ebbe origine il secolo scorso, nei lontani anni ’20 a Milano, dove Italo Giovenali aprì una sartoria che aveva, tra i suoi clienti, anche il grande maestro Toscanini.
Di padre in figlio, l’attività si spostò nelle Marche, nel centro storico di Senigallia, e negli anni ’50 la sartoria si trasformò in vendita al dettaglio di confezioni. Il marchio Giovenali Confezioni si affermò nei decenni successivi come sinonimo di qualità, stile ed eleganza. Negli anni ’80, esigenze logistiche e necessità poter disporre di spazi più ampi hanno determinato la scelta di trasferire l’attività nell’attuale sede di Marzocca di Senigallia, lungo la Strada Statale Adriatica 16, in una struttura facilmente raggiungibile e dotata di ampio parcheggio. Nel 1995 il locale è stato completamente ristrutturato dando vita al primo Centro Corner delle Marche: un grande spazio suddiviso in numerosi angoli specifici per i tanti marchi distribuiti”.
Quali sono le caratteristiche che hanno permesso a La Bussola di affermarsi come punto di riferimento sul territorio in fatto di moda?
“Gli ingredienti sono creatività, organizzazione e comunicazione oltreché un buon team di professionisti che, dal venditore allo stilista, dal sarto alla wedding planner, permette ai clienti di scegliere e valutare in sicurezza sull’abito da acquistare, accompagnandolo passo dopo passo. Insomma, la differenza la fa il servizio. L’ottimizzazione dei prezzi e la passione con cui svolgiamo il nostro lavoro ci stanno portando poi tante certezze”.
Il vostro settore Sposi, negli ultimi tempi, ha subito un boom in termini di visibilità e di notorietà…
“Siamo arrivati ad un punto dell’economia, in cui un’azienda o si evolve e cambia oppure smette di crescere. Nel febbraio dell’anno scorso, ci siamo così dati come obiettivo quello di dare massima evidenza e comunicare al meglio le nostre collezioni. Volevamo puntare sulle nostre capacità di rinnovarci. E così ci siamo dati da fare per pubblicizzare il più possibile il settore Sposi con video pubblicitari, tour di sfilate, eventi con ospiti di rilievo.  Alcuni abiti sono sono realizzati a mano e su misura, grazie ad una sartoria interna, altri invece arrivano dai grandi marchi”.
Cosa cercano le spose di oggi e come è vivere queste situazioni?
“Le spose di oggi hanno bisogno di sognare, di femminilità e di tanta dolcezza. Cercano un abito in grado di emozionarle e il momento della scelta è ormai diventato un vero e proprio “evento” condiviso con le amiche e i familiari più stretti, in cui le future spose si lasciano proprio andare ad uno stato emozionale particolare, una sorta di magia le avvolge. Comprerà il suo abito solo se convinta e se si sente a proprio agio.
Per l’uomo invece è diverso: lo sposo sceglierà più in base a criteri di praticità e confort”.
Quali sono i cambiamenti avvenuti negli anni secondo lei nel settore sposa?
“In primis, ci sposa in età più matura. Il matrimonio è diventato oggi l’ultimo tassello del puzzle nella vita di coppia.  Nella media, l’età varia dai 35/50 anni. Rispetto al passato, inoltre, le spose richiedono un abito molto importante anche per le cerimonie in Comune”.
Quali sono le scelte delle spose moderne? 
“Resta la preferenza di abiti bianchi e in avorio, se possibile personalizzati.
Gli abiti di tendenza sono di vario genere: dalla sirena, a quello vaporoso, da abiti puliti a quelli stile Maria Antonietta con gonnelloni rigonfiati lateralmente”.
Novità per le spose del 2017 ?
“L’effetto tattoo è un  must con garze che fanno un tutto uno con la pelle – dando quell’effetto nudo – e lavorazioni bianche di ricami e applicazioni. Un’altra novità è l’effetto rete molto particolare”.
Quali consigli può dare alle spose che stanno cercando l’abito dei loro sogni?
“Devono lasciarsi conquistare dall’abito, scegliendo con il cuore, con il trasporto. Al mondo esiste un abito per ogni personalità, basta semplicemente trovare quello giusto“.
Ringraziamo Marco Giovenali per questa intervista…e voi sposine…. siete pronte per questa scelta???
Valentina Chic & SHock

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*