Meet Up Spazio Libero Jesi: "Gianangeli dica la verità su accordi pre-elettorali" | | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Meet Up Spazio Libero Jesi: "Gianangeli dica la verità su accordi pre-elettorali"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Toni accesi tra il sindaco di Jesi Massimo Bacci e il consigliere M5S Massimo Gianangeli all’ultima seduta del Consiglio comunale, venerdì 30 settembre. Nel battibecco tra i due, è riemersa anche la questione dell’ “apparentamento”, un accordo di reciproco sostegno che ci sarebbe stato in occasione delle elezioni 2012, in vista del ballottaggio, rivelato da Bacci più di un anno fa e smentito – nonché disatteso, secondo quanto racconta Bacci –  dal penta stellato Gianangeli.

Meet Up Spazio Libero Jesi invia in merito le proprie considerazioni: “Fin da quando, più di un anno fa, il Sindaco Bacci ha dichiarato che in occasione delle elezioni comunali del 2012 ci fu tra lui e Massimo Gianangeli un accordo elettorale di reciproco sostegno, molti di noi, come attivisti ed ex candidati del M5S di Jesi, colti di sorpresa essendone totalmente all’oscuro, avevamo chiesto al nostro portavoce in consiglio di smentire pubblicamente queste affermazioni, se non vere, magari sfidando Bacci in un incontro pubblico, dato che tutto ciò avrebbe rappresentato una gravissima violazione delle regole del nostro MoVimento. Gianangeli ha sempre ignorato le nostre richieste”.

“All’ultima seduta del consiglio comunale di venerdì 30 settembre tali vicende sono riemerse a seguito di un intervento del Sindaco, il quale ha nuovamente rinfacciato a Gianangeli di aver fatto con lui un accordo di reciproco sostegno in caso di ballottaggio in funzione anti PD, accordo poi non più onorato da Gianangeli alla prova dei fatti in quanto questo avrebbe avvantaggiato solo Bacci e non più lui stesso. Il Sindaco inoltre ha raccontato che all’indomani delle elezioni il consigliere di opposizione, sempre senza informarci, si sarebbe presentato nel suo ufficio privato per richiedere e poi ottenere la poltrona di presidente della Commissione Ambiente”.

“Gianangeli in consiglio ha subito risposto stizzito che questi aspetti potranno essere chiariti con Bacci quando e dove vuole, ma appena il Sindaco gli ha proposto un incontro pubblico insieme a tutti i testimoni presenti all’accordo, lui ha fatto prontamente marcia indietro dicendo che non avrebbe senso e arrivando a insinuare, screditandoli, che tutti i testimoni sarebbero non credibili!”

“Intuire il perché Gianangeli continui a sfuggire a un faccia a faccia è abbastanza semplice: ha paura di essere sbugiardato in pubblico o è conscio della sua incapacità di sostenere un confronto con il Sindaco, mettendolo con le spalle al muro – commenta Meet Up Spazio Libero –  D’altronde la sua incapacità ed inadeguatezza politica ha portato a risultati che sono sotto gli occhi di tutti: la frantumazione di un bel gruppo con l’allontanamento, attraverso l’arma della denigrazione, di tutti coloro osassero non riconoscere la sua leadership assoluta, un’opposizione in consiglio praticamente nulla ed inconcludente, condannando purtroppo il nostro MoVimento all’inconsistenza qui a Jesi. Anche se non lo ammetterà mai, Gianangeli stesso è consapevole di questa situazione, e forse proprio per questo che non solo non ha il coraggio di affrontare Bacci in un incontro pubblico, ma avendo perso ogni credibilità ha molta paura anche del giudizio degli elettori jesini, e perciò non si candiderà alle prossime elezioni comunali, magari provando a mandare qualcun altro allo sbaraglio”.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.