"M'Illumino di meno", sotterranei a lume di candela | | Password Magazine
Festival Pergolesi

“M'Illumino di meno”, sotterranei a lume di candela

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La città di Jesi aderisce anche quest’anno a “M’illumino di meno”, la campagna promossa dalla trasmissione radiofonica Rai Caterpillar per sensibilizzare i cittadini su risparmio energetico e razionalizzazione dei consumi.

Questa edizione, come quella passata, sarà ancora una volta dedicata alla cultura. Se nel 2014 infatti, era stata la volta dei capolavori di Lorenzo Lotto illuminati a bassa intensità, stavolta protagonista sarà la chiesa di San Pietro Apostolo nel cuore del centro storico.

Venerdì prossimo, giornata scelta da Caterpillar per “M’illumino di meno”, dalle ore 17.30 alle 19.30 sarà effettuata una serie di visite guidate a lume di candela nei sotterranei di quella che è una delle più antiche chiese della città. Ogni visita, della durata di 10/15 minuti, permetterà di ammirare fondamenta e basamenti di origine longobarda in un suggestivo percorso. Per partecipare alle visite, a cura dell’Archeoclub di Jesi, è obbligatoria la prenotazione presso l’Ufficio Turismo di piazza della Repubblica (info 0731 538420) aperto tutti i giorni con orario 10-13 e 15-18.

Parallelamente, per ampliare la risonanza del messaggio sull’importanza di risparmio energetico e razionalizzazione dei consumi, l’Amministrazione comunale spegnerà per un’ora, dalle ore 18 alle ore 19, l’illuminazione pubblica lungo l’intero Corso Matteotti, piazza della Repubblica, piazza Indipendenza e piazza Spontini. Un messaggio in filodiffusione spiegherà ai passanti le motivazioni del buio temporaneo.

“L’adesione a M’illumino di meno – spiega l’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano – vuole rappresentare un ulteriore strumento di sensibilizzazione dei cittadini verso tematiche che approcciano ad uno stile di vita nuovo, dove la riduzione dei consumi, il risparmio, il riuso, la mobilità sostenibile concorrono ad un nuovo modello di sviluppo su cui l’Amministrazione comunale intende puntare ed investire”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.