Carabinieri intercettano auto rubata, rinvenuta refurtiva e numerosi arnesi da scasso | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Carabinieri intercettano auto rubata, rinvenuta refurtiva e numerosi arnesi da scasso

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE –  Serata movimentata ieri tra la frazione di Moie e l’area industriale di Casteplanio, dove, nell’ambito di specifici servizi tesi a contrastare i reati contro il patrimonio, i Carabinieri della Stazione di Castelplanio, guidata dal maresciallo Marco Bauco, verso le 19,30 hanno intercettato una Volkswagen New Beetle nera, rubata agli inizi di gennaio a Montegranaro, con due soggetti a bordo. L’auto si aggirava con fare sospetto vicino ad alcune villette isolate.

Immediatamente i militari si sono posti all’inseguimento della Volkswagen lungo la Strada provinciale 9: percorrono circa 3 chilometri quando i soggetti alla guida dell’auto, vistisi braccati, hanno abbandonato il mezzo e sono fuggiti verso le campagne circostanti.

Le ricerche dei due soggetti – vestiti completamente di nero – sono proseguite per tutta la serata grazie all’intervento di numerose pattuglie fatte convergere sul posto ma purtroppo non hanno dato l’esito sperato.

Tuttavia, nell’autovettura rubata sono stati effettuati rilievi per estrapolare impronte digitali o eventuali campioni biologici. Inoltre, a bordo sono stati rinvenuti due borsoni contenti una numerosa refurtiva composta da argenteria, anche antica, e alcuni diamanti, per un valore complessivo di qualche migliaia di euro, nonché svariati arnesi da scasso che i due sconosciuti non avrebbero tardato ad usare per compiere furti all’interno delle abitazioni. I Carabinieri stanno già cercando di rintracciare i proprietari degli oggetti rubati così da poterli restituire.

Non è ancora chiaro se i due soggetti siano anche gli autori di alcuni furti in appartamento denunciati nella zona, come il recente avvenuto a Santa Maria Nuova: dalle caratteristiche degli arnesi recuperati – dall’aspetto ancora poco usati ma comunque di valore – l’impressione è di trovarsi di fronte a due specialisti del furto in abitazione.”Grazie alle impronte rivenute nell’auto saremo in grado di verificare se i due soggetti siano i responsabili anche di altri reati contro il patrimonio denunciati sul territorio – ha spiegato il Comandante della Compagnia di Jesi Magg. Benedetto Iurlaro – Proprio per contrastare questo tipo di attività criminose, la Compagnia Carabinieri di Jesi, attraverso tutte le sue componenti, ha rinforzato i servizi serali e notturni, con sforzi notevoli per garantire la sicurezza. Importante resta la partecipazione dei cittadini: di fronte a situazioni sospette, l’invito è di segnalarle sempre ai Carabinieri cosicché le pattuglie possano intervenire tempestivamente e in maniera risolutiva”.

Chiara Cascio / chiaracascio@leggopassword.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.