Moie, raddoppio ferroviario: apre al traffico il nuovo tratto di viabilità

MOIE – Aperto un ulteriore tratto della viabilità locale a Moie, a supporto della chiusura del passaggio a livello di via Torrette. L’opera è stata realizzata da Rete Ferrovia Italiana, quale committente, Italferr, come responsabile della progettazione e direzione lavori, e Salcef, quale ditta esecutrice. L’Amministrazione comunale, che ha seguito i lavori e le tante vicende collegate, esprime la propria soddisfazione per la conclusione di un fondamentale intervento per l’assetto viario del territorio.

Il sindaco Umberto Domizioli ci tiene a “ringraziare innanzitutto i cittadini che per diversi mesi hanno dovuto fare fronte ad un difficile collegamento con il centro abitato di Moie, dimostrando comunque pazienza e comprensione per le oggettive difficoltà che un’opera del genere ha comportato”. Il primo cittadino ringrazia inoltre “Rfi, Italferr e Salcef che, nei rispettivi ruoli, hanno permesso la realizzazione di queste opere importanti per la viabilità alternativa al centro della cittadina di Moie. Opere che si caratterizzano per funzionalità e qualità di esecuzione”.

I lavori per il nuovo assetto stradale rientrano nell’ambito degli interventi di raddoppio della linea Orte-Falconara, tra i Comuni di Castelplanio e Montecarotto. L’intervento complessivo della viabilità alternativa è stato di circa 2.400 metri. La carreggiata delle due nuove strade, che collegano via Torrette, via Fiume e via Fratelli Cervi, ha una larghezza da 7 a 8,5 metri. È stato anche realizzato un ulteriore tratto di circa 850 metri di pista ciclabile di collegamento al sottopasso pedonale. La nuova pista ciclopedonale va da via Fratelli Cervi fino alla rotatoria di via Fiume. A corredo dell’intero assetto viario sono stati installati anche nuovi impianti di illuminazione pubblica con tecnologia a LED e impianti di sollevamento delle acque meteoriche.

Il consigliere delegato alla Viabilità Giancarlo Carbini ricorda come “sia ormai definitivamente chiuso, con la consegna delle ultime opere, un capitolo che sembrava infinito iniziato nel lontano 2002 con l’aggiudicazione della gara di appalto per i lavori del raddoppio ferroviario nella tratta Stazione di Montecarotto – Stazione di Castelplanio da parte della Coopcostruttori. I lavori si sarebbero dovuti completare nel 2006 ma le difficoltà finanziarie della Coopcostruttori ne hanno comportato la sospensione nel 2003, con successiva risoluzione del contratto nel luglio 2005. Solo il 15 febbraio del 2012, a 10 anni esatti dopo la prima gara, il Consorzio Itaca si è aggiudicato la nuova gara di appalto e ha ripreso i lavori nell’agosto del 2012, affidandoli a Tuzi Costruzioni Generali. Anche la nuova ditta è andata incontro a difficoltà finanziarie e conseguenti traversie con l’inevitabile nuova sospensione dei lavori nel giugno 2014. Si è corso il rischio di una seconda risoluzione del contratto che avrebbe comportato un nuovo blocco per ulteriori 10 anni, ma una articolata trattativa ha portato la Salcef all’auspicata piena ripresa dei lavori ad ottobre 2015. Dopo 17 anni, e tutta una serie di traversie e di disagi per i cittadini, i lavori sono finalmente completati e Moie, insieme a tutto il territorio limitrofo, cambia completamente volto”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*