Monte Roberto celebra lo sport "Sotto il Castello": in tanti per Valentina Vezzali | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Monte Roberto celebra lo sport “Sotto il Castello”: in tanti per Valentina Vezzali

Da sinistra: Valentina Vezzali, Doriana Pigliapoco, Maria Cristina Triccoli e il sindaco Gabriele Giampaoletti

MONTE ROBERTO – Sono state due giornate ricche di eventi e sentita partecipazione quelle di sabato e domenica scorsa “Sotto il Castello” a Monte Roberto. L’evento, organizzato dalla Pro Loco con il patrocinio del Comune, si è aperto sabato sera con con l’apertura degli stand gastronomici e il concerto del gruppo musicale  “Rock on Road”. Domenica bagno di folla in paese per l’atteso appuntamento con lo sport: protagoniste oltre 15 associazioni del territorio: calcio, basket, volley, rugby, twirling, danza, baseball, taekwondo, tiro con l’arco, nuoto subacqueo, scherma, pattinaggio, giochi tradizionali, baseball, arrampicata sportiva e altri ancora.

Sul palco, spettacoli, esibizioni e presentazioni delle varie associazioni e squadre locali. Presente anche lo stand della Polizia di Stato per informare i cittadini su sicurezza e prevenzione, illustrando ai visitatori simulazioni di interventi e le diverse specialità del corpo. C’era anche il vice questore aggiunto del Commissario di P.S. di Jesi Michele Morra che, dal palco, ha sottolineato l’importanza dell’educazione alla legalità, soprattutto tra i giovani e nelle scuole.

Il dirigente del Commissariato di Jesi Michele Morra (al centro) insieme al Corpo di Polizia

Ospite d’onore la pluricampionessa olimpionica Valentina Vezzali che, in veste di madrina della manifestazione, ha portato il suo saluto alla comunità di Monte Roberto. La campionessa, arrivata con la mamma Enrica e i suoi due figli Pietro e Andrea, ha raccontato al pubblico le tappe della sua carriera, dal suo primo ricordo a 6 anni con la scherma al giorno del suo addio alle pedane lo scorso anno. “C’è un tempo per tutto: la scherma ha formato il mio dna e nella vita dopo ogni fine c’è un nuovo inizio”.Un pensiero è andato al maestro Ezio Triccoli, i cui insegnamenti le si sono rivelati utili non solo nello sport ma anche nella quotidianità: “Le avversità vanno superate, lo sport presenta sempre un’altra opportunità”. Oggi Valentina, oltre ad essere nel Consiglio federale della FIS, continua la sua battaglia in Parlamento al fine di sensibilizzare le istituzioni alla crescita del sistema sportivo: “Tutti hanno diritto di praticare sport in strutture adeguate – sono state le sue parole – Un diritto da tutelare in Italia, dove lo sport si basa prevalentemente sul volontariato, sull’associazionismo e soprattutto sulle famiglie che permettono ai loro figli di fare sport”. Parole d’affetto poi per la mamma Enrica, seduta tra il pubblico, prima fan e sostenitrice della campionessa, una figura essenziale e determinante nella sua carriera. E poi da genitore ha detto: “I bambini vanno lasciati liberi di seguire le proprie passioni e attitudini. Pietro allo sport preferisci gli studi, infatti ottiene eccellenti risultati a scuola. Andrea, anche se è ancora piccolo, lo vedo molto simile a me per carattere e chissà che magari non diventi il mio erede!”. Un pensiero anche al fine carriera di Francesco Totti: “Non e’ solo un atleta, ma il simbolo di una città, della Roma e del calcio. Resterà nella storia dello sport italiano e internazionale come un esempio di attaccamento per la sua squadra”.

Insieme alla campionessa, sul palco sono saliti, oltre il sindaco Gabriele Giampaoletti, al vice sindaco Gabriele Marasca e l’assessore allo Sport Liviana Pettinelli, anche Maria Cristina Triccoli, figlia di Ezio Triccoli e da oltre vent’anni cittadina di Monte Roberto, e Doriana Pigliapoco, che nel ’76 vinse il fioretto a squadre a Montreal insieme a Susanna BatazziAnnarita Sparaciari. C’era anche Francesco Santarelli, insegnante al Club Scherma di Montignano, Marzocca e Senigallia, fondato da Ezio Triccoli nel 1989.

Il pomeriggio è proseguito tra interviste alle società sportive,  esibizioni di pattinaggio artistico (Acli), di taekwondo (Taekwondo  Club Vallesina), twilrling (LG2 Vallesina), performance della Banda musicale e Majorettes di Pianello Vallesina, danza (Ma.Mo. Dance), pizzica (Le Ali e Le Radici), balli medievali (Armati dell’Antica Marca)  danze orientali, tribal e fusion a cura dell’associazione Para un Principe Enano. Premiato dall’Amministrazione comunale al giovanissimo Daniele Bolletta, cittadino di Monte Roberto, campione italiano di pattinaggio artistico UISP e FIHP, nella categoria singfolo e a coppia nonché già “Campione Regionale 2017/18″.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.