Monte Roberto, edifici pubblici agibili. Ex scuola materna a disposizione per la notte | | Password Magazine

Monte Roberto, edifici pubblici agibili. Ex scuola materna a disposizione per la notte

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE ROBERTO – Si è concluso alle 14 il sopralluogo dei Vigili del Fuoco al palazzo comunale di Monte Roberto. I lavori fatti dopo il terremoto del 1997, hanno permesso alla struttura di resistere alle forti scosse dei giorni scorsi e i danni arrecati – che dimostrano allo sguardo la forza dell’evento sismico –  riguardano sostanzialmente i tramezzi e le tamponature.

Il sindaco Gabriele Giampaoletti, il vice sindaco Gabriele Marasca e i tecnici comunali, sin dalla prima mattinata, hanno lavorato per gestire la fase emergenziale accompagnando, inoltre, i vigili del fuoco durante le verifiche, a conclusione delle quali, fortunatamente, è stato possibile dichiarare agibile l’edificio. Resta chiusa la Chiesa di San Silvestro, già danneggiata dal sisma del 24 agosto. Ieri mattina, insieme a tutta la giunta, è stato fatto un sopralluogo agli edifici scolastici non riscontrando criticità, per cui le lezioni riprenderanno regolarmente il 3 novembre come da calendario scolastico. Con la speranza di un rapido ritorno alla normalità, nei prossimi giorni si procederà ad effettuare ulteriori verifiche presso tutti gli edifici pubblici.

Nel frattempo, il Comune di Monte Roberto mette a disposizione dei concittadini che intendessero trascorrere la notte fuori di casa per dubbi o per paura circa le condizioni della propria abitazione i locali della ex-scuola materna situata a Pianello Vallesina, in Via Fratelli Cervi.

La struttura sarà aperta dalle ore 19.30.

E’ necessario che chi volesse usufruirne porti con sé brandine, coperte ed attrezzature per dormire in quanto la struttura ne è ovviamente sprovvista.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.