Monte Roberto, si riaccende il falò della tradizione | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Monte Roberto, si riaccende il falò della tradizione

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE ROBERTO – Nella notte, fra il 9 ed il 10  Dicembre , a Monte Roberto, arderà il “ fogarò”,  per mantenere vivo l’anniversario della traslazione della Casa di Maria Vergine di Nazareth.

Il falò che a Monte Roberto il parroco Don Maurizio riproporrà ai fedeli nella notte del 9 dicembre recuperandolo dalla tradizione è per onorare il miracoloso trasporto delle pietre della Santa Casa di Loreto sulle ali degli Angeli.

Il trasporto, cui ci si riferisce, è quello della casa di Maria a Nazareth, dove il Verbo si era fatto carne, e che fu traslata, il 10 Dicembre 1294, a Loreto.

E’, questa, un’occasione per rievocare la gioia che provavano, fino a non molto tempo fa, i contadini nelle campagne, ma anche i cittadini all’interno delle mura di città, per questa venuta della Casa di Maria.

Era tradizione, i giorni precedenti la notte del 9 Dicembre, raccogliere la legna, farne delle fascine per, poi, bruciarle tutti quanti insieme.

I bambini con il naso all’insù, gli adulti intorno al falò, seduti nei loro sgabelli, e, tutti insieme, raccolti per recitare le “Litanie lauretane” con le quali invocavano la Madonna. Una grande festa, allora, sentita e partecipata.

Oggi lo è un po’ meno, ma, dove, ancora, si possono scorgere dei bagliori, la notte del 9 Dicembre, così come avverrà a Monte Roberto

Oggi lo è un po’ meno, ma, dove, ancora, si possono scorgere dei bagliori, la notte del 9 Dicembre, così come avverrà a Monte Roberto: sappiamo che sono i bagliori per illuminare, nel buio, il cammino degli Angeli e per festeggiare la “ Festa della Venuta” della Santa Casa di Loreto nelle Marche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.