Monte San Vito, la "zona rossa" si restringe: banca e caserma tornano alle loro sedi | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Monte San Vito, la “zona rossa” si restringe: banca e caserma tornano alle loro sedi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MONTE SAN VITO – La zona rossa nel cuore del centro storico di Monte San Vito si restringe: a darne notizia è il sindaco Sabrina Sartini che nella giornata di ieri ha firmato l’ordinanza per il rientro nelle loro case di 11 delle 15 famiglie sfollate. Anche Carabinieri e operatori della Banca possono ora rientrare nelle loro sedi mentre le vie del centro vengono restituite alla fruibilità. Tale zona era stata evacuata a seguito dell’evento sismico dello scorso anno che aveva causato il distacco e la caduta di laterizi dalla facciata della Chiesa dei Combattenti e della Chiesa di San Pietro Apostolo e, in particolare, dalla torre campanaria. Per salvaguardare la sicurezza pubblica e privata, era stata emessa un’ordinanza che vietava l’accesso a strade ed edifici dal civico 17 di Piazza della Repubblica al civico 7 di via Congiu Nello. Eseguiti gli interventi di messa in sicurezza alla Collegiata di San Pietro Apostolo e torre campanaria, parte del divieto è stato revocato tranne che per il civico 7 di via Congiu Nello e l’area antistante e interferente il prospetto della Cappella Votiva ai Caduti di Guerra, dove i lavori sono stati appena appaltati e dovranno essere effettuati.

“Un grazie infinito – ha detto la sindaca – a tutti coloro che in questi mesi hanno dovuto subire i disagi del terremoto e a chi da quel tremendo 24 agosto 2016 ha lavorato senza sosta e tra mille difficoltà’ perché’ questo traguardo si potesse raggiungere”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.