Mov 5 Stelle Maiolati: "Nove domande per nove insulti" | | Password Magazine
Lulù  

Mov 5 Stelle Maiolati: "Nove domande per nove insulti"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI – Di seguito, nota stampa inviata dal Movimento 5 Stelle Maiolati:

“L’ormai ex Presidente Sogenus in una lettera inviata ai sindaci di area CIS, definisce i consiglieri delle due delle minoranze del Consiglio comunale di Maiolati come dei “volgari aggressori” a livello politico, persone di “malcostume” e “calunniatori”, che usano la dialettica politica “in modo barbaro”, individui “malvagi”, capaci di “sotterranee vendette”, che hanno scatenato “una guerra” contro di lei e contro il Comune di Maiolati, che addirittura la vorrebbero “linciare”! I consiglieri di minoranza di Maiolati, conclude la professoressa Ceccarelli, sono individui di una “allarmante bassezza” morale, per cui la stessa si riserva di ricorrere alla solita “querela per diffamazione”.

A ben considerare lo scritto inviato dall’ex presidente Sogenus ai sindaci, la stessa potrebbe essere querelata per diffamazione NOVE VOLTE, da parte dei consiglieri di minoranza, per ALTRETTANTI INSULTI, sopra evidenziati, nei confronti di rappresentanti dei cittadini in Consiglio Comunale.

1) E’ una “VOLGARE AGGRESSIONE POLITICA” ricordare ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) che l’art. 508 del D.Lgs. n. 297/1994 non permette agli insegnanti di ricoprire la carica di presidente o amministratore delegato in società di capitali, quali le società per azioni, le società a responsabilità limitata, le società in accomandita per azioni.?!

2) E’ “MALCOSTUME” ricordare ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) che l’esercizio di attività imprenditoriale (vietata agli insegnanti) si realizza anche nei casi in cui si ricopra la posizione di presidente o amministratore delegato in società di capitali, quali le società per azioni, le società a responsabilità limitata, le società in accomandita per azioni?!

3) E’ “CALUNNIA” ricordare ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) che l’Ufficio legale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, in data 26 febbraio 2007, ha rilasciato un parere in cui  viene detto che l’accettare cariche in società costituite a fini di lucro è vietato sia agli insegnanti a tempo pieno, sia agli insegnanti a tempo parziale?!

4) E’ una “BARBARIE” ricordare ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) che la professoressa Ceccarelli non ha rispettato neppure la deroga prevista per chi svolge la professione di insegnante part time (che comunque sia non sarebbe stata sufficiente in base al parere sopra citato)?! Infatti la medesima ha svolto il lavoro di insegnante secondo quanto di seguito si riporta:

– dal 18 Febbraio 2010 (data d’assunzione della carica in Sogenus Spa) al 31 Agosto 2010, la docente Ceccarelli ha svolto attività lavorativa a tempo pieno;

– dal 1° Settembre 2010 al 31 agosto 2012 la docente Ceccarelli ha svolto attività lavorativa a tempo parziale;

– dal 1° Settembre 2012 al 31 agosto 2014 la docente Ceccarelli ha svolto attività lavorativa a tempo pieno;

– dal 1° Settembre 2014 al 31 agosto 2016 la docente Ceccarelli ha svolto attività lavorativa a tempo parziale;

– dal 1° Settembre 2016 la docente svolge attività lavorativa a tempo pieno.

Pur prendendo per buona la regola del part time, i periodi in cui la professoressa è risultata a tempo pieno non erano in regola con l’autorizzazione e pertanto la medesima è caduta in stato di incompatibilità.

5) E’ “MALVAGITA’” ricordare ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) che il CdA di Sogenus Spa, presieduto dalla professoressa Ceccarelli non è propriamente un comitato parrocchiale, ma è investito dei PIU’ AMPI POTERI per la gestione ORDINARIA e STRAORDINARIA della società ed ha la facoltà di COMPIERE TUTTI GLI ATTI che ritenga opportuno per l’attuazione ed il raggiungimento degli obiettivi dell’azienda?!

6) E’ una “SOTTERRANEA VENDETTA” ricordare ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) che il CdA di Sogenus Spa, presieduto dalla professoressa Ceccarelli, come da Statuto,  ha la COMPETENZA ESCLUSIVA per la pianificazione a medio termine dello sviluppo aziendale, ivi compresa la dotazione del personale, per la definizione degli indirizzi della POLITICA COMMERCIALE e tariffaria, per le SCELTE IMPRENDITORIALI di carattere strategico e per quelle inerenti agli INVESTIMENTI DI RILEVANTE IMPORTANZA?!

7) Ha il significato di una “GUERRA” contro la docente Ceccarelli ed il Comune dei Maiolati l’aver chiesto ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) di individuare eventuali responsabilità di chi non ha controllato la sussistenza di cause ostative alla nomina di presidente di Sogenus Spa della professoressa Ceccarelli?!

8) E’ un “LINCIAGGIO” contro la persona della professoressa Ceccarelli richiedere che i sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) accertino eventuali responsabilità amministrativa ed erariale degli organi politici e burocratici delle due società partecipate?!

9) E’ una “ALLARMANTE BASSEZZA” morale richiedere ai sindaci (soci nelle assemblee di CIS e SOGENUS) di verificare la legittimità degli atti sottoscritti dalla docente Ceccarelli, in qualità di presidente del CdA Sogenus, in presenza di condizioni di incompatibilità, e di adottare eventuali provvedimenti in sanatoria?!

No, non è un attacco personale, la mozione è dovere ed un obbligo morale di chi, eletto dai cittadini, maggioranza o minoranza, poco conta, deve controllare il rispetto e l’osservanza delle norme e delle regole, sia nella istituzione, sia negli enti ad essa collegati.

I consiglieri comunali M5S Maiolati Spontini

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.