Nel cassetto custodiva dodici armi da taglio tra coltelli e pugnali, denunciato

ANCONA – I poliziotti della Squadra Mobile nella decorsa nottata hanno eseguito una perquisizione domiciliare a casa di un pregiudicato di Torre del Greco rinvenendo 12 tra coltelli serramanico, pugnali e armi simili.

A novembre 2018 una volante della Questura dorica era intervenuta in una rissa in un locale della Baraccola identificando il destinatario della perquisizione e il proprietario del locale dove era avvenuta la violenta lite.

Sul luogo del fatto veniva sequestrato un coltello a serramanico di 23 cm riconducibile a S.M. (l’indagato destinatario della perquisizione) che, nell’occasione, riportava ferite e traumi conseguenti alla lite e veniva denunciato anche per possesso ingiustificato dell’arma.

L’attività investigativa della Squadra Mobile coordinata dalla Procura della Repubblica di Ancona, vedeva S.M. destinatario di un decreto di perquisizione che il Pubblico Ministero titolare del fascicolo di indagine (dott. Lioniello) emetteva a suo carico.

La convinzione investigativa che presso la propria dimora l’uomo potesse detenere anche altre armi da taglio, simili a quella sequestrata nel novembre 2018, trovava conferma nell’esito della perquisizione di questa notte quando, gli agenti della Squadra Mobile, Sezione reati contro la persona, rinvenivano le armi sopra elencate tenute dentro un cassetto.

All’esito dell’attività di Polizia Giudiziaria, il pregiudicato veniva deferito alla competente Autorità Giudiziaria in merito ai reati di omessa denuncia della detenzione di armi che avrebbe dovuto segnalare all’Autorità di Pubblica Sicurezza mentre le armi venivano sottoposte a sequestro penale e messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*