Ninfe & Satiri, ancora risate con: "Che ti venga uno spread" | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Ninfe & Satiri, ancora risate con: "Che ti venga uno spread"

JESI – Dopo la travolgente marea di risate con “Fanculo il PIL”, lo spettacolo “cult” del 2014 che ha sbancato i botteghini di mezza Italia e che “Ninfe & Satiri” aveva presentato a Jesi come titolo inaugurale della scorsa stagione, arrivano sul palcoscenico del “Salone Margherita delle Marche” nuovi esilaranti capitoli comici sul mondo dell’economia e della finanza d’oggi: follie bancarie, debito pubblico, schiavi e schiavisti a norma di legge, per un nuovo ordine mondiale in cui tutto sembra reso volutamente complicato, tanto che ridere risulta essere un atto di resistenza…

Con il titolo suggestivo ed eloquente “Che ti venga uno spread”, venerdì 27 marzo la Sala del Lampadario del Circolo Cittadino di Jesi, prestigiosa sede della fortunata Rassegna comica prodotta dalla Fondazione “Lanari” in collaborazione con il Circolo stesso, presenta un appuntamento impossibile da perdere, in cui il divertimento sfrenato si fa atto di coscienza civica. Quasi si trattasse di un manuale del tipo “tutto quello che avreste voluto sapere sull’economia e non hanno mai voluto dirvi”, lo spettacolo è un’esplosiva incursione nei meccanismi perversi di un sistema economico che anziché semplificare la vita della gente, gliela complica sempre di più: un crescendo travolgente di risate, liberatorie e illuminanti, con il pubblico protagonista nell’ilarità scatenata e coinvolto anche attivamente in scena in una sorta di irridente sussidiario di sopravvivenza economica. Mattatore della serata e “capopopolo” di questa specie di autocoscienza economica, Sandro Torella, artista romano interprete e anche autore dello spettacolo: forte del suo essere drammaturgo di qualità, ma anche autentico esperto di economia, che trascina il pubblico a ridere di cuore e lo fa parlando di economia come nessuno la racconta, con la chiarezza dell’esperto ma con i tratti esilaranti della grande comicità nonostante si tratti di questioni apparentemente difficili e indigeste. Tra battute irresistibili e ironia dilagante, emergono i termini del complicato sistema economico e finanziario in cui siamo immersi, in ambito nazionale come negli equilibri internazionali, dove tutto sembra oscuro e inestricabile tranne una sola cosa, chiarissima: chi paga è sempre il cittadino comune…

Lo spettacolo inizia alle 21.30, mentre dalle 20.30 è attivo il convivio a buffet. Posto tavolo Euro 22 (con buffet); posto palco Euro 15 (senza buffet). Prevendita presso il Circolo Cittadino, ogni giorno dopo le ore 14,30. Info: 0731-082289; 0731-4684; info@fondazionelanari.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.