Non paga il conto e aggredisce personale alla Trattoria della Fortuna

JESI – Termina di mangiare, si alza e decide di non pagare il ristoratore, passando alle maniere forti. Aggressione mercoledì sera, poco prima delle 23, ai danni del ristorante Trattoria della Fortuna, locale del centro storico di Jesi che ha l’ingresso sotto l’Arco del Soccorso, che collega Costa Mezzalancia a piazza delle Monnighette.

Uno straniero, di origine cubana, dopo aver cenato con altri cinque commensali al tavolo, al momento di pagare il conto inveiva contro il titolare, rifiutando di corrispondergli la somma di 150 euro, il dovuto per una cena completa di sei persone . Ovvero, appena 25 euro a testa: un prezzo più che ragionevole per un pasto completo a base di primi, insalate di mare, carne, contorni e bevande. Con fare minaccioso l’uomo alzava invece la voce, continuando a ripetere che mai avrebbe pagato. Davanti la pretesa del personale di ricevere il dovuto, l’uomo passava alle mani, iniziando a prendere a ceffoni e spintoni camerieri e gestori. Fortunatamente, il locale era in orario di chiusura e gli altri clienti se ne erano già andati. Comprese le cinque persone al tavolo con il cubano, che avevano approfittato della sfuriata dell’uomo per defilarsi senza pagare. Poco distante, in piazza delle Monnighette, oltre un pubblico di centinaia di persone che assisteva allo spettacolo dei Rezza-Mastrella. Alla fine, alcune persone accorse ad assistere alla scena, compresi gli organizzatori dell’evento in corso, preoccupati per la sicurezza degli spettatori, allertavano il 112. Fuori e dentro il locale era un susseguirsi di spintoni, botte e urla:  il titolare Lino veniva ferito ad una tempia, un altro ragazzo veniva strattonato fino a strappargli la maglietta. È solo con l’arrivo della pattuglia dei carabinieri, unitamente ad una volante della Polizia, che la furia dell’uomo si placava. L’uomo veniva fatto salire sull’auto dei carabinieri e portato in caserma. Tanta paura per il ristoratore, Lino, successivamente medicato al Pronto soccorso di Chiaravalle. Contro l’aggressore è stata sporta denuncia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*