Novità alle scuole Mestica e Borsellino, arriva il metodo finlandese | | Password Magazine

Novità alle scuole Mestica e Borsellino, arriva il metodo finlandese

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – È considerato uno dei metodi scolastici migliori al mondo e da settembre sarà disponibile anche a Jesi. Sarà introdotto nella primaria Mestica e nella secondarie di primo grado Borsellino (ex Savoia) dell’Istituto comprensivo Lorenzo Lotto il modello organizzativo finlandese (Mof o Modi quando applicato alle scuole di infanzia e primarie). Accorpamento delle ore didattiche, team working, lezioni quotidiane di 6 ore (dalle 8 alle 14) ma solo fino al venerdì con il sabato a casa sono le principali differenze con il metodo tradizionale italiano.

In pratica, ogni materia avrà un suo tempo dedicato per approfondire l’argomento: meno materie al giorno ma immersioni piene dentro ogni tema, evitando lo spezzettamento settimanale delle didattica che favorisce solo un apprendimento a breve termine. Non più diverse materie in un solo giorno – che aumentano anche il cumulo di compiti – ma ore accorpate in più giorni successivi (ad es. le 6 ore settimanali di italiano potranno concentrarsi in due ore al giorno per tre mattine consecutive). La settimana sarà divisa dunque in due giorni e mezzo dedicati alle materie umanistiche e altri due giorni e mezzo per fare scienzematematicageografia e motoria. E non solo: le lezioni non dureranno 60 minuti ma i bambini avranno diritto a dieci minuti di pausa ogni ora.

Ad illustrare la novità questa mattina, presso la Sala convegni della scuola Borsellino,  l’assessore alle Politiche educative Marisa Campanelli, la dirigente dell’istituto jesino Sabrina Valentini e la Dirigente Istituto Comprensivo Statale – Piandimeleto (PU) Antonella Accilli che ha introdotto il modello per la prima volta nelle scuole italiane.

«Un modello di matrice montessoriana» ha spiegato la Campanelli, una soluzione «all’eccessivo frazionamento degli argomenti e al classico studio ‘prima della verifica’, basato sulla memoria a breve termine » ha aggiunto la Accilli. «Con questa sperimentazione – prosegue – si elimina la stratificazione del sapere, si aumentano conoscenza, responsabilità e autonomia degli alunni che hanno la possibilità anche di sperimentare visto che buona parte della lezione è laboratoriale. Questo permette di ricordare maggiormente ciò che hanno appreso».

La dirigente Valentini ha poi spiegato che la sperimentazione del Modello Organizzativo Finlandese partirà dal nuovo anno scolastico e coinvolgerà: la futura classe prima del “Mestica” con settimana corta, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:15 alle 13:15 e un rientro infrasettimanale il mercoledì dalle 13:15 alle 16:15 con servizio mensa (27 ore curricolari e 1 ora di tempo mensa); le future classi prime della Scuola Secondaria di I grado “Borsellino” con settimana corta, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 14:00 con due intervalli. La scelta per la scuola secondaria ex Savoia è opzionale e la classe sarà formata in base al numero delle iscrizioni.

Per tutte le informazioni si rimanda al sito dell‘Istituto comprensivo Lorenzo Lotto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.