Banner Aprile IH Victoria

Nuova altalena inclusiva ai Giardini pubblici grazie al Dream Day

JESI – nuova altalena inclusiva per il parco dei giardini pubblici firmata Dream Day da Selena Abatelli.

Sarà inaugurato nella mattinata di domenica 10 giugno il quarto e nuovo gioco inclusivo per il parco dei giardini pubblici, grazie ad una parte del ricavato dello scoro Dream Day e da una donazione della “Caterpillar”.

L’instancabile Selena Abatelli è l’ideatrice di “Dream Day” che porta avanti con il sorriso e la voglia di fare che la contraddistinguono: “Ciò che più mi preme e che voglio trasmettere con il mio operato è che la disabilità deve diventare abilità, deve essere messa sullo stesso piano. Ho pensato quindi ad un’altalena che potesse mettere sullo stesso piano il bambino con disabilità e il normodotato, un’altalena modificata nel seggiolino, rispetto all’originale, per permetterne la fruizione ai bambini normodotati, ai disabili e ai non vedenti grazie a delle particolarità riscontrabili al tatto”.

L’assessore Ugo Coltorti dipinge la personalità di Selena Abatelli come unica: “È la sola che da due anni riesce a regalare un sorriso agli amici scossi, come lei li chiama, tutte quelle famiglie disagiate a causa del terremoto. E non solo, grazie alla sua iniziativa del Dream day, ha fatto di Jesi una comunità tra le più attente al sociale”. L’assessora Maria Luisa Quaglieri non può che confermare le parole dell’assessore Coltorti, sottolineando la bellezza della solidarietà, quella con “s” maiuscola, “Selena è riuscita a creare una rete di solidarietà eccezionale, una rete che non può che portare belle cose”.

Con il suo “sprint” è riuscita a far avere alla città di Jesi ben 3 parchi inclusivi – il Parco Mattei, i Giardini pubblici e il Parco del Vallato – rendendola l’unica città in tutta Italia con questo numero di parchi.  “È un gioco unico – continua Selena – perché questa altalena consentirà ai familiari del bimbo, agli amici, a chi gli vuole bene di giocare insieme a lui, e per me è motivo di orgoglio”.

Ma le cose belle non finiscono qui. Un mese fa si è inaugurato lo studio dentistico fatto su misura per i bambini e i ragazzi disabili a Chiaravalle. Grazie ad un “trattorino” che li può trasportare per le scale e a tutte le accortezze che un disabile può necessitare. Parte integrante del progetto l’igienista Marilena Silvestrini e il dentista Peruzzini Matteo che hanno preso per mano il Dream Day, come piace dire a Selena.

“Non solo disabili – precisa che la Dott.ssa Silvestrini – ma anche bambini e ragazzi sottoposti a radio terapia, chemioterapia, che hanno subito trapiantati d’organo, diversamente abili di cui bambini con disturbi comportamentali, oltre ai pazienti abituali che lo studio già aveva da anni. È uno studio fatto a posta per loro, con tutte le esigenze e le necessità di cui hanno bisogno”.

Non c’è altro da aggiungere se non “in bocca al lupo Selena!”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.