Nuova caserma Carabinieri, continua l'iter per il trasferimento

MOIE – Nuovo passo avanti nell’iter per il trasferimento della caserma dei Carabinieri dall’attuale sede di via Trieste all’edificio che ospita ancora per qualche giorno la scuola secondaria di primo grado di Moie. Scuola media che, infatti, dal prossimo settembre si trasferirà nel Polo scolastico di via Venezia. La palazzina di via Gramsci sarà completamente rivista e adeguata per ospitare la stazione dei militari. Lo scorso dicembre la Giunta comunale ha approvato il progetto preliminare dei lavori, consegnato dal progettista incaricato Patrizia Angeli. Progetto poi trasmesso al maresciallo capo dei Carabinieri di Moie Sandro Troiano, quindi al comandante della Compagnia di Jesi, a quello provinciale di Ancona e ancora al Comando Generale dell’Arma. E proprio in questi giorni la prima fase del complesso iter si è conclusa, con la comunicazione da parte del Comando generale dell’Arma dei Carabinieri del parere favorevole con alcune richieste di adeguamento, che sono state subito trasmesse al progettista per le verifiche e le valutazioni tecnico-economiche.

“È un passaggio fondamentale – spiegano il sindaco Umberto Domizioli e l’assessore ai Lavori pubblici Giancarlo Carbini – di un progetto che avrà un impatto rilevante sul bilancio e sul Piano triennale delle Opere pubbliche ma l’Amministrazione ha deciso di sostenerlo perché ritiene strategica la presenza di un presidio dell’Arma nel territorio comunale. Occorre però garantire ai militari locali idonei. La realizzazione della nuova Caserma creerà le premesse per rafforzare la presenza dei Carabinieri a Moie in condizioni logistiche ideali. Una situazione, questa, che porterà benefici non solo a Maiolati Spontini ma all’intero territorio, visto che i carabinieri di Moie presidiano anche i Comuni di Monte Roberto e Castelbellino e sono punto di riferimento importante per tutta la media Vallesina. L’Arma ha dato il via libera al progetto con alcune prescrizioni. Una volta recepite, e una volta superato lo scoglio del finanziamento, che sarà possibile soprattutto grazie agli introiti della discarica, si potrà partire con i lavori”.

Secondo il progetto la caserma sarà realizzata a piano terra, i locali di servizio per i carabinieri al primo piano e due appartamenti per i militari al secondo. I lavori prevedono anche il rifacimento di tutta l’impiantistica con solare-termico, fotovoltaico e pompa di calore e la riqualificazione esterna con la ripresa di tutto l’intonaco e il rivestimento con “cappotto”. L’importo complessivo dei lavori è previsto in 2 milioni e 375.000 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*