Nuovi investimenti con l'avanzo di Amministrazione | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Nuovi investimenti con l'avanzo di Amministrazione

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Altre buone notizie dai conti pubblici con ulteriori risorse a disposizione che si traducono in opere pubbliche per la città. Con il Decreto legge che elimina i vincoli del patto di stabilità nella parte riferita agli investimenti, il Comune potrà finalmente utilizzare le risorse di avanzo di amministrazione accumulate sotto tale voce. E parliamo di ben 607 mila euro che, computati come avanzo 2014, saranno immediatamente spendibili.

La proposta, che sarà portata all’approvazione del Consiglio comunale di domani (venerdì 27), prevede che circa la metà di queste risorse – pari a 297 mila euro – saranno destinate a sette interventi: la sistemazione del sottopasso di via Ricci comprensiva di nuova adeguata illuminazione e tinteggiatura (70 mila euro), la realizzazione di un nuovo tratto di pista ciclabile lungo l’asse sud (60 mila euro a cui si aggiungono altri 23 mila circa di contributo regionale), la sistemazione della pubblica illuminazione in via Murri e in via Marsala (57 mila), la realizzazione della chiusura centralizzata di tutti gli ascensori pubblici (45 mila), la manutenzione straordinaria di tutti i fossi del perimetro urbano (30 mila), l’adeguamento alle norme antincendio per le scuole materne (20 mila) e la progettazione per la manutenzione straordinaria del Teatro Moriconi (15 mila).

Gli altri 310 mila euro, invece, che pure potevano essere destinati ad importanti investimenti per la città, andranno purtroppo a finanziare un debito fuori bilancio derivante da una sentenza esecutiva con cui il Comune è stato condannato a pagare una indennità di esproprio risalente addirittura agli anni ’90 senza che all’epoca né durante i primi gradi di giudizio fosse stato predisposto alcun prudenziale accantonamento.

Il provvedimento all’esame del Consiglio comunale consente inoltre di sbloccare le risorse del fondo relativo al trattamento accessorio del personale dipendente relativo al 2014 e non ancora erogato. Si tratta di 556 mila euro già vincolate proprio a questa finalità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.