Nuovi strumenti diagnostici al Carlo Urbani di Jesi grazie al Rotary di Falconara

JESI – “Grazie a voi riusciremo a monitorare più pazienti e aumentare la sicurezza in ospedale”. Con queste parole, Carlo Costantini, primario del reparto di Cardiologia del “Carlo Urbani” di Jesi, ha ringraziato il Rotary di Falconara per la donazione che ha reso possibile l’acquisto di un monitor da visita, un pulsometro e un telemetro. Il medico, per 35 anni al Lancisi di Ancona, ha preso parte alla conviviale di ieri sera durante la quale ha illustrato i servizi e le apparecchiature presenti nel nosocomio jesino. “Riuscire a monitorare tutti i pazienti – ha detto – significa avere maggiore sicurezza e lavorare più serenamente. Nei due anni e mezzo che sono a Jesi questa è la prima grande donazione che arriva e di questo vi siamo grati”.

Un’azione benefica, quella del Rotary Falconara, che si è distinta per l’impegno anche extracittadino e che nei giorni scorsi è stata riconosciuta anche a livello distrettuale. Il Club falconarese, infatti, è risultato primo all’interno del Distretto 2090 (che comprende Marche, Umbria, Abruzzo e Molise) per donazioni. Un motivo d’orgoglio per il quale la presidente Francesca Porcedda ha ringraziato il suo predecessore Massimo Fonti. “Nel nostro piccolo – ha detto la presidente – cerchiamo di fare qualcosa per metterci a disposizione e servire la comunità”. Falconara in questi gironi è impegnata nell’organizzazione dei festeggiamenti per il 111esimo anniversario della fondazione del Rotary International. Ci si ritroverà sabato 27 febbraio all’Abbazia di Santa Maria in Castagnola di Chiaravalle per Coralmente Rotary, rassegna di corali (da Chiaravalle, Falconara, Montemarciano) il cui ricavato sarà destinato alla campagna benefica Polio Plus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*