Nuovo Centro Caritas, Gregori (Lega Nord): «Che serva soprattutto ai nostri cittadini» | | Password Magazine
Banner-Hedone
hedone

Nuovo Centro Caritas, Gregori (Lega Nord): «Che serva soprattutto ai nostri cittadini»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Il centro servizi Caritas di Jesi

JESI – Si è parlato molto del nuovo Centro Caritas, inaugurato ieri in via Papa Giovanni XXIII, una struttura nuova in grado di accogliere anche 25 persone e famiglie in monolocali con ingresso indipendente, che siano state sfrattate ad esempio.

«Lodevole come iniziativa perché aiutare qualcuno in difficoltà è illuminare il proprio cammino – scrive in una nota di commento la consigliera comunale Lega Nord Silvia Gregori – Ma credo sia giusto non consegnare ai cittadini di Jesi un’immagine da cioccolatino perugina, ben incartato».

«Mia madre è stata per diversi anni  volontaria dell’ Armadio della Carità,  una volta attivo all’interno dei locali della Chiesa di San Francesco  – racconta la Gregori – Conosco bene per tanto come gli approcci di alcuni stranieri siano rimasti gli stessi: nessuno parla, infatti, dell’arroganza con cui questi signori pretendono, perché questo è il termine giusto, vestiti di un certo tipo, scarpe idem e di come si dimenino con urla insulti e pseudo minacce correlate da sputi in faccia ( come accaduto in via Papa Giovanni XXIII) se non trovano ciò che cercano. Come se in questo Bengodi il senso più  profondo di Umanità potesse diventare vessillo di un armata di personaggi spesso privi di generalità che pensano – dato che glielo abbiamo fatto credere – che tutto sia dovuto. Che non sia necessario essere educati ed avere timore di non essere osservanti delle regole».

Infine, aggiunge: «Mi dispiace ma a questi signori non devono essere serviti pasti caldi e ogni altro confort, ma lezioni di educazione e pedate nel sedere. Quello che ha realmente bisogno lo riconosci subito perché ti ringrazia a non finire, anche per le piccole cose e non ha pretese alcune. Mi auguro che la struttura serva soprattutto i miei concittadini e che i giardini antistanti, quando verrà il bel tempo, in questo quadrilatero di scuole dal nido alle superiori non diventino luogo di bivacco, per avventori che dopo aver consumato il loro pasto decidano di farsi pisolini nelle migliori delle ipotesi».
Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.