Oasi Ripa Bianca, un patrimonio da preservare | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Oasi Ripa Bianca, un patrimonio da preservare

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’Oasi di Ripa Bianca rappresenta una eccellenza del nostro territorio e dunque merita di essere valorizzata al meglio, anche per un ritorno in termini di quel turismo ambientale che sta crescendo in maniera significativa. Prerequisito essenziale è però mettere in sicurezza la sponda del fiume così da preservare questo prezioso habitat naturale”.

Così il sindaco Massimo Bacci dopo la visita all’area verde – raggiunta ovviamente in bici elettrica -insieme all’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano. Ad attenderli il direttore dell’Oasi Davide Belfiori che li ha accompagnati nell’intero percorso: visita alle diverse attività (orti dei nonni, vigna e area delle spezie), ai capanni di osservazione con il binocolo (per apprezzare i nidi degli aironi, le nitticore e in particolare il marangone minore che nidifica solo a Ripa Bianca in tutto il centro Italia), alla casa dove è allestito il Centro Educazione Ambientale del Comune.

Il gruppo ha fatto ovviamente tappa anche alla sponda del fiume dove Belfiori ha illustrato al Sindaco le criticità presenti, evidenziando la necessità di interventi urgenti di difesa. Bacci e Napolitano hanno assicurato che continuerà l’azione di sensibilizzazione dell’Amministrazione comunale nei confronti degli enti preposti, affinché si possano effettuare tutte quelle opere che permettano la piena salvaguardia di questo importante patrimonio ambientale, così da permettere non solo di continuare ad essere un habitat naturale unico, ma anche di favorire la migliore fruizione da parte dei visitatori

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.