Oggi l'Italia arancione: Governo studia stretta dal 7 gennaio | Password Magazine

Oggi l’Italia arancione: Governo studia stretta dal 7 gennaio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

REGIONE – Si torna arancioni ma solo per oggi, poi di nuovo rossi fino al 6 gennaio incluso.
Sta per volgere al termine il periodo delle Festività e con esso anche le ultime disposizione governative in materia anti covid. Per il 7 gennaio è probabile il  ritorno alla divisione in colori rosso, arancione e giallo stabilita in base ai dati dell’Iss ma il Governo sta studiando in queste ore anche la proroga di alcune misure del Decreto Natale.

Intanto oggi, ci si può di nuovo spostare liberamente all’interno del proprio comune, senza autocertificazione, e ci si potrà muovere dai piccoli comuni sotto i 5000 abitanti e nel raggio di 30 chilometri. Resta il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.  Riaprono i negozi e i centri estetici, restano chiusi bar e ristoranti che potranno continuare a lavorare con l’asporto. Il coprifuoco rimane tra le 22 e le 5.

DOPO IL 7 GENNAIO. Proroghe di alcuni divieti e misure fino al 15 gennaio.

Secondo ultime notizie, la scadenza del decreto natalizio, prevista il 7 gennaio, potrebbe essere prorogata con un’ordinanza del ministro della Salute. Le due ipotesi in campo, studiate dal Governo, sono quella di mantenere in vigore le misure vigenti fino al 15 gennaio, oppure di tornare in zona gialla per il 7 e 8 gennaio, per poi passare in fascia arancione il weekend del 9 e 10 e successivamente, sulla base del monitoraggio, assegnare le fasce dei colori per la settimana seguente.

Secondo Ansa, si pensa ad una proroga anche del divieto di ospitare a casa più di due parenti o amici, minori di 14 anni esclusi.

Sarebbe confermato invece il rientro a scuola previsto per il 7 gennaio, con il 50% degli studenti in presenza. Lo avrebbe riferito il premier Giuseppe Conte nel corso del vertice con i capidelegazione della maggioranza, il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia e membri del Cts.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.