Oltre 200 cimeli della Storia del Calcio in mostra a Jesi a palazzo Carotti | Password Magazine

Oltre 200 cimeli della Storia del Calcio in mostra a Jesi a palazzo Carotti

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La mostra itinerante “In viaggio con la storia del calcio” del Museo del Calcio internazionale fa tappa a Palazzo Honorati-Carotti a Jesi.

Dal 15 al 30 giugno la città internazionale dello sport sarà l’unica tappa marchigiana – delle 15 italiane previste – ad ospitare l’esposizione nella splendida cornice barocca di Palazzo Honorati-Carotti, in via Posterma, 3. L’inaugurazione è prevista per venerdì 15 giugno alle 16.00: saranno presenti il presidente nazionale AICS, l’onorevole Bruno Molea, il presidente di AICS Marche Giorgio Sartini, il sindaco Massimo Bacci e l’assessore Regionale della Cultura e del Turismo Moreno Pieroni.

L’evento è stato presentato dall’assessore allo sport Ugo Coltorti, dal Presidente dell’Aics Marche Giorgio Sartini, dall’organizzatore locale Enrico Brazzini e da Aldo Mancini, padre del CT della Nazionale e Lidio Rocchi, ex calciatore ed amministratore pubblico.

“Per noi è un orgoglio ospitare una mostra di questo calibro – commenta l’assessore Ugo Coltorti – soprattutto in questo momento calcistico importante che vede Roberto Mancini a guidare l’Italia. Non poteva capitare in un momento più azzeccato, e sono convinto che la cittadinanza e il territorio risponderanno molto bene”.

La mostra si concentra sull’esposizione di cimeli unici della storia calcistica, dai Mondiali del ’30 ad oggi, con le maglie dei campioni del passato e contemporanei, per far rivivere agli appassionati la storia del calcio internazionale.  “In viaggio con la storia del calcio” è promossa dalla Direzione Nazionale di AICS, Associazione Italiana Cultura Sport, in collaborazione con il comitato regionale Aics Marche e con la sezione marchigiana dell’Unione della Stampa Sportiva Italiana e con il patrocinio del comune di Jesi, della Regione e del Coni Marche. Per ciò che riguarda l’allestimento, la mostra sarà organizzata dall’associazione sportiva “Leone Rampante” e dalla scuola di calcio Roberto Mancini, e curata dai collezionisti del Museo del calcio internazionale Renato Mariotti e Luigi Carvelli.

Attraverso la raccolta di oltre 200 cimeli storici del calcio, tra cui il pallone usato nella prima partita internazionale mai giocata (quella tra Scozia e Inghilterra del 1872), i modelli di pallone e scarpini utilizzati nel primo Mondiale di calci del 1930, le maglie autentiche di campioni del calibro di Cruijff, Maradona, Pelé e Falcao, la prestigiosa raccolta avrà il merito di raccontare non solo la storia dello sport più seguito al mondo, ma anche quella del ruolo che ha il calcio nella storia dell’Italia.  Un luogo imperdibile per bambini, ragazzi e famiglie in cui scoprire eroi e personaggi del calcio e rivivere le emozioni delle sfide più intense e mantenere viva la memoria sportiva italiana. Nell’unica tappa marchigiana i visitatori avranno anche l’opportunità di visitare il vicino Museo Stupor Mundi e quello Diocesano, e di cogliere l’occasione per farrsi un bel giro nel centro storico di Jesi.

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 16 alle 19, e nei giorni festivi e prefestivi anche dalle 10 alle 13.

L’ingresso è libero e sono previste visite riservate per gruppi su prenotazione telefonando al tel.: 330278032 o contattando tramite email info@leonerampante.it

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.