Minacciato di licenziamento si dimette, due gli indagati per concorso in estorsione ai danni di un operaio

MONTE SAN VITO – “Se non ti licenzi tu,  sarai licenziato con annotazioni negative sul libretto del lavoro”. Con questa minaccia, un responsabile di reparto e il direttore di un’azienda di plastica di Monte San Vito avrebbero indotto un operaio a firmare le dimissioni nel luglio del 2009. I due ore saranno chiamati a difendersi davanti al Tribunale di Ancona. Il gup li ha rinviati a giudizio per concorso in estorsione ai danni dell’operaio. Entrambi respingono le accuse: “si è licenziato volontariamente”.

 

(foto: ansa.it)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*