Banner Aprile IH Victoria

Otto Marzo, ragazzi del progetto SPRAR dipingono di rosso due panchine

MONTE ROBERTO – Richiedenti asilo del progetto SPRAR diventano volontari a servizio della comunità. L’iniziativa, resa possibile grazie a una convenzione tra Amministrazione comunale, Cooss Marche e Legambiente, vede coinvolti i rifugiati accolti nel Comune di Monte Roberto grazie al progetto SPRAR, gestito dall’Asp Ambito 9: una decina di ragazzi in tutto, originari del Pakistan e dell’Afghanistan, che si sono resi disponibili a dare una mano, eseguendo piccoli interventi di manutenzione e riordino del verde pubblico. Saranno loro che, in occasione dell’8 marzo, dipingeranno di rosso le due banchine scelte dal Comune come espressione per dire no alla violenza delle donne:  una panchina sarà quella in piazza Roma, a Monte Roberto; l’altra è stata individuata a Pianello Vallesina, nel piazzale della Fornace.  Ieri pomeriggio, il sindaco Gabriele Giampaoletti ha consegnato ai volontari il materiale per mettersi a lavoro: scarpe, pettorine, mascherine e vernice: «Lo faranno volontariamente, va sottolineato: un segno per ricambiare l’ospitalità che hanno avuto qui a Monte Roberto». Presenti alla consegna anche l’assessore ai Servizi sociali Marco Bini, l’assessore alla Cultura Liviana Pettinelli, rappresentanti di Legambiente, tra cui il referente Vincenzo Russo e il referente per Cooss Marche Elmostafa Drissi: «Sono persone che provengono da paesi con forti criticità – ha detto l’assessore Bini -, questo progetto favorisce l’integrazione con la nostra comunità e permetterà loro di lasciare un segno ben visibile». (c.c.)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.