Palazzine ex Erap incendiate: "Immobili abbandonati in mano a sciacalli" | | Password Magazine

Palazzine ex Erap incendiate: "Immobili abbandonati in mano a sciacalli"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – “Quanto accaduto in via Roma mette in evidenza quanto sia assurda la situazione che si vive anche a Jesi”. Così Massimiliano Lucaboni, coordinatore della sezione jesina di Forza Italia commenta quanto accaduto alle palazzine ex Erap del civico 98 di via Roma.

“Palazzine abbandonate a se stesse e da tempo rifugio di sbandati e extracomunitari sono un rischio per la convivenza civile per il quartiere stesso – si legge in una nota stampa -Fortunatamente l’incendio divampato è stato circoscritto dai Vigili del fuoco. Anche di recente  mi sono occupato jesini e jesine, famiglie che rischiano sfratti e che non sanno dove andare a sbattere la testa. Eppure abbiamo in città palazzine intere vuote e lasciate in mano a sciacalli e sbandati di tutti i tipi”.

Lucaboni lancia poi un appello all’Amministrazione: “Credo che il Comune debba assumersi da subito l’onere di un intervento, pensando, se necessario, anche all’acquisto di questi appartamenti, 40 circa,  per far sì  che queste case vengono adeguatamente risistemate e date a quelle  famiglie  che vivono momenti di difficoltà assoluta”. E conclude: ” Tanta attenzione posta da questa Amministrazione agli extracomunitari cozza con il bisogno di tanti jesini  che necessitano di aiuto e solidarietà. Il mio auspicio è e rimane che si ritorni ad avere maggiore attenzione verso gli italiani che pagano le tasse e che con i propri soldi, o quelli dei loro genitori, hanno contribuito a costruire case popolari o altro. Su questa cosa, come su altre, io sono pronto a prendere un impegno serio e costruttivo”.

Critiche anche da Meet Up Spazio Libero Jesi “L’Erap vuole costruire un palazzone di 7 piani e 30 appartamenti in via Tessitori, in una delle poche aree non edificate del quartiere San Giuseppe, togliendo parcheggi e verde pubblico –  si legge sulla pagina social del movimento – Ma c’è bisogno di nuovi palazzi se quelli che già gestisce li lascia completamente abbandonati? Non sarebbe il caso che l’Erap investa le risorse (soldi pubblici) per rendere utilizzabili gli immobili già esistenti?”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.