Parcheggi disabili occupati davanti la scuola, lo sfogo di una mamma: "Il Comune ci aiuti" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Parcheggi disabili occupati davanti la scuola, lo sfogo di una mamma: "Il Comune ci aiuti"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Accompagnare la propria figlia a scuola dovrebbe essere per molti genitori un’azione semplice. Di routine. Ma non lo è per tutti, purtroppo. La causa, il senso di inciviltà di alcuni. Non lo è per una mamma, Barbara, genitore di  una bambina di 8 anni, con un handicap visivo, costretta ogni giorno a fare i conti con coloro che indebitamente occupano ogni mattina il posto auto riservato ai tagliandi blu. Succede questo a Jesi, tutti i giorni, davanti la scuola Martiri della Libertà, in via Asiago. Lo racconta lei stessa in un post pubblicato su Facebook, rimbalzato da una bacheca all’altra: “Sia all’entrata che all’uscita, devo litigare con chi lascia l’auto nel parcheggio riservato ai disabili – scrive la mamma – Sono costretta a parcheggiare lontano, trascinandomi dietro figlia e zaino. Il vero problema è che la bambina non vuole camminare perché ha il terrore del rumore delle auto che passano a pochi metri”. Da circa due anni, Barbara insieme alla sua piccola ogni mattina affrontano il loro incubo quotidiano: “Ho fatto presente ai Vigili Urbani questa problematica ma forse, per carenza di personale, non riescono ad esser presenti per far rispettare la legge – aggiunge – Io sono stanca di telefonare di continuo, di segnalare questa situazione di criticità anche per iscritto, senza che niente cambi. Di litigare ogni giorno con chi vuole avere una ragione che non ha… I bambini sono i primi ad avere il diritto di essere protetti e salvaguardati. Per questo chiedo al Comune di Jesi, ai Vigili Urbani, alle istituzioni…aiutateci!”.

Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.