Parco del Vallato, non si arresta l’opera dei vandali nella notte

JESI – Cestini divelti, giochi presi d’assalto. È l’ennesimo sabato sera di atti vandalici al Parco del Vallato. Stamattina, i residenti hanno dovuto fare nuovamente i conti con il disordine e i rifiuti sparpagliati in giro nello spazio di verde pubblico cittadino posto al di sotto delle mura. C’è tensione nel quartiere mista a preoccupazione dopo quanto avvenuto ieri pomeriggio al Parco: un minore, di appena 13 anni, soccorso e portato in ospedale dai sanitari perché talmente ubriaco da perdere i sensi.
A questo, si aggiungono i disagi per gli impianti di risalita chiusi per manutenzione, sia la Caffetteria che collega il Parco del Vallato al centro sia quello di via Castelfidardo: «Ormai sembra ci sia un disegno ben architettato, trasferire buona parte della feccia, dei vandali, degli spacciatori,in questa zona della città, al fine di tenere in ordine il resto  – è quanto espresso stamattina da Damiano Paoletti, presidente del comitato residenti Parco del Vallato – via del Molino – Ieri il brutto fatto accaduto riguardo un giovanissimo accompagnato al pronto soccorso da un ambulanza .Un ringraziamento alla Polizia e ai carabinieri che fanno ciò che possono nei limiti delle loro possibilità. Per il resto il deserto più totale».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.