Parte la rassegna "Malati di Niente". Contro lo stigma, la parola ai "senza voce"

JESI – Stasera, ore 18, presso la biblioteca La Fornace di Moie,  primo appuntamento della rassegna “Malati di Niente”, iniziativa di promozione della saluta mentale a cura della “Rete del Sollievo”, in collaborazione con l’azienda Asp Ambito 9,  Asur Mache – Area vasta n.2 e cooperativa COOSS.

La rassegna, giunta alla sua 13^edizione, è patrocinata dai Comuni di Jesi, Maiolati Spontini, Filottrano e Cingoli, in un’ottica di sinergia e collaborazione tra territori.

Obiettivo, dare l’opportunità di parola a chi è “senza voce”, per combattere lo stigma e il pregiudizio nei confronti della diversità.

“Una sfida culturale – spiega Paolo Cingolani, presidente ASP Ambito 9 – una positiva provocazione per rivendicare l’effettivo valore del diritto di cittadinanza a chi è in condizioni di fragilità. Grazie al coinvolgimento e partecipazione di più Comuni della Vallesina, quest’anno si assiste ad una vera contaminazione culturale, al crearsi di una rete di buona vicinanza tra istituzioni, associazioni e amministrazioni comunali a favore di una maggiore sensibilizzazione verso le tematiche dell’emarginazione e della sofferenza.  Occorre conoscere la diversità, affinché non spaventi”.

“Sono circa 1500 i soggetti a Jesi  che soffrono di patologie mentali, di questi già 350 sono coinvolti in progetti di rieducazione e riabilitazione – fa sapere il dottor Massimo Mari, direttore del Dipartimenti di Salute Mentale di Jesi – Strumenti come TSO e cure farmacologiche sono dispositivi finalizzati ad alleviare la sofferenza, ma è solo attraverso programmi terapeutici di “reintegrazione” nella società che i soggetti apprendono cos’è l’autodeterminazione e l’autosufficienza, si riappropriano di un’abitazione, di un lavoro, stringono relazioni d’ amicizia e tornano a vivere”.

Il ritorno alla quotidianità è possibile laddove esista una cultura favorevole all’integrazione e contro la stigmatizzazione: ma come costruirla? “Si inizia dai più giovani – spiega Gilberto Maiolatesi, coordinatore Sollievo Ambito 9 – Il progetto “Malati di Niente” entra anche nelle scuole ed educa i ragazzi ai valori dell’integrazione e della legalità attraverso laboratori e momenti di incontri collettivi”.

Tra le scuole coinvolte il Liceo artistico, l’Itas e il Liceo delle Scienze sociali di Jesi e il Liceo delle Scienze umane e Linguistico di Cingoli, coinvolte a partire da novembre, in un laboratorio di cittadinanza.

A dicembre, invece, in collaborazione con l’associazione Teatro Giovani di Serra San Quirico, il centro Sollievo Jesi coinvolgerà i ragazzi del Liceo artistico, l’Itas e il Liceo delle Scienze sociali di Jesi nel progetto di laboratorio teatrale “Teatrointegrazione”.

Tra le altre iniziative previste dalla rassegna:

Venerdì 18 ott, ore 18 –  Moie
Biblioteca La Fornace 

Incontro pubblico “Territorio e promozione del Benessere e della Salute Mentale”

Venerdì 18 ott, ore 21 – Moie
Biblioteca La Fornace  

Rassegna cinematografica – ore 21.00

– 18 Ottobre:  Ogni cosa è illuminata di Liev Schreiber
– 25 ottobre: Train de vie di Radu Mihai Ieanu
– 8 novembre: Il favoloso mondo di Amelie di J. Jeunet

 8-9-10 Novembre – Jesi
Palazzo dei Convegni 

Mostra fotografica di Radio Senza Muri “Le immagini senza muri della radio comunitaria”

Mercoledì 20 novembre, ore 9.30  – Jesi
 Sala II Circoscrizione  

Convegno “Il desiderio e l’istituzione negata”

Mercoledì 20 novembre, ore 17.00 – Jesi
 Palazzo dei Convegni 

Convegno “Cooperazione e buone pratiche di integrazione sociale”

Martedì 3 dicembre, ore 17.00 – Palazzo dei Convegni Jesi

“Verso quale psichiatria? Incontro/presentazione del libro “TSO”  di Magda Carcesati

14 – 24 dicembre –  Jesi
Palazzo dei Convegni 

Mostra Atelier di pittura del centro sollievo di Jesi

orario di apertura -10.00-12.30 /17.00-19.30

Gennaio 2014 – Filottrano

Presentazione del libro “HEROES…quando i sogni, la musica e lo sport gridano la stessa nota”
con l’autore Marci Strappini e La GANG

6-7 marzo, ore 10.00 – Jesi
Teatro studio Moriconi

“Fuori misura” a cura della compagnia teatrale di Milano in collaborazione con la rassegna “Teatro Ragazzi e Giovani”

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*