Partito nel migliore dei modi il Carnevale di Jesi Si Maschera | Password Magazine
Festival Pergolesi

Partito nel migliore dei modi il Carnevale di Jesi Si Maschera

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

 

JESI – E’ partito nel migliore dei modi il Carnevale jesino a cura dell’associazione Jesi Si Maschera che in questo 2016 giunge alla sua terza edizione. Un Palazzo dei convegni pieno di bambini è stato quello che il 4 febbraio, giovedì grasso, ha visto partire la manifestazione con i laboratori creativi ad opera di Mama Animation e una gustosa merenda con dolci gentilmente offerti dalla Pasticceria Zoppi di Jesi. Un evento che, dicono gli organizzatori, si riconferma punto fisso di grande successo per iniziare al meglio la rassegna di Carnevale.

La prima grande novità, invece, si è vista ieri quando in un gremito teatro Il Piccolo di San Giuseppe i tanti spettatori presenti hanno potuto assistere alla commedia “Un Matrimonio Scombinato” di Walter Cortella. Opera dall’umorismo un po’ amaro messa in scena della Compagnia Filarmonico Drammatica di Macerata.

In entrambi gli appuntamenti non è mancata la presenza dei ragazzi del Circolo Fotografico Ferretti. Una nuova collaborazione che porterà alla realizzazione di album fotografici da parte dei soci che hanno deciso di aderire. Oltre a loro, sempre presente il fotografo ufficiale della manifestazione Ubaldi Foto Video che, per l’occasione, realizzerà anche dei piccoli video come già accaduto durante i laboratori didattici di giovedì (Link).

Oggi pomeriggio arriva l’atteso corteo in maschera. L’appuntamento è, per chi volesse partecipare, ai giardini pubblici con partenza alle ore 17:00, destinazione Piazza della Repubblica dove sarà già operativo il gazebo di Carnevale dell’Ente Palio che offrirà dolci e bevande oltre alla possibilità di fare una donazione per il Dream Day. Dalle 18:30 partiranno poi i vari spettacoli, sempre in piazza, a cura dei Maobranca, Il David, Libertas, Twirling, Revolè e Banda Musicale di Pianello Vallesina. Presenta Lorenzo Bellagamba.

 

(Foto: Ubaldi fotovideo)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.