Passaggio del martelletto per il Rotary Club di Jesi

SENIGALLIA – Si è svolto il 28 giugno, nella splendida cornice di Terrazza Marconi, il passaggio del martelletto del Rotary Club di Jesi. La tradizionale cerimonia ha visto Mauro Ragaini succedere alla presidente uscente Paola Duca davanti a molti soci presenti, non solo da Jesi, e al governatore del distretto 2090 del Rotary, Gabrio Filonzi, in rappresentanza dei 68 club presenti tra Marche, Molise, Umbria e Abruzzo.

Mauro Ragaini, nel Rotary dal 2003, è il direttore generale della Sogenus di Maiolati Spontini, azienda che si occupa della gestione degli impianti di smaltimento di rifiuti solidi urbani e speciali non pericolosi. «Il mio obiettivo principale è mantenere unito, coeso ed efficiente il club, nell’amicizia rotariana – così il neo presidente – le attività future partiranno da questo principio e il consiglio direttivo sarà impegnato nella realizzazione di un programma annuale commisurato alle nostre possibilità ma capace di essere sempre il miglior testimonial degli ideali rotariani. Ringrazio chi mi ha preceduto, Paola Duca è stata una presidente tra le migliori, ha guidato il club con passione, intelligenza e il polso necessario»

Tra i progetti accennati da Ragaini, forum distrettuali sulle problematiche legate al sociale e all’ambiente, con particolare attenzione al presente, un momento segnato da diverse tensioni, dove è indispensabile porre l’attenzione sui diritti umani magari grazie ad un convegno con il coinvolgimento delle scuole primarie. E poi l’Homograft bank (un progetto per sostenere l’attività di un ospedale indiano che si occupa di bambini cardiopatici), il sostegno all’ospedale di Angola (per l’approvvigionamento idrico), la continuità nel Campus Disabili, il “Tavolo di Solidarietà” (utile ad offrire pasti freschi a persone in difficoltà) e il proseguimento della collaborazione con il Comune di Jesi, già proficua, grazie al sostegno del progetto Alzheimer voluto dalla stessa.

“Un anno bello e indimenticabile quello appena trascorso, reso speciale dalla presenza del Governatore socio del nostro club, Gabrio Filonzi, che ha comportato grandi oneri e onori, momenti unici e indimenticabili come la visita di Barry Rassin, presidente internazionale del Rotary” così Paola Duca, la presidente uscente.

Ed è stato un anno davvero ricco quello appena trascorso con diversi progetti importanti e serate interessanti. Tra i principali va assolutamente ricordato Ricordi in Musica, una esposizione che da conto di una consistente raccolta di dischi in bachelite a 78 giri e in vinile a 33 giri che ricomprendono la produzione musicale dai primi anni del ‘900 agli anni ’80. La collezione si deve all’appassionato interesse del Prof. Sergio Angeletti, nato a Jesi, ma da sempre vissuto a Milano, che, nel corso degli anni, ha messo insieme 3215 dischi destinati poi all’Associazione appositamente costituitasi presieduta dall’Ing. Paolo Morosetti. Da menzionare poi il forum sulla prevenzione delle morti improvvise dei giovani atleti, molto seguito, basato sugli studi del dottor Marco Pozzi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*