La città di Jesi riconsegna il "pallio" al Podestà: il vessillo torna in gioco | Password Magazine

La città di Jesi riconsegna il “pallio” al Podestà: il vessillo torna in gioco

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

­JESI – Il “pre-Palio” continua nella suggestiva Piazza delle Monnighette con la cerimonia di riconsegna del Pallio da parte della città di Jesi, comune vincitore della scorsa edizione, e con gli “assaggi” di esibizioni dei gruppi dell’Ente Palio di San Floriano

Dalle 18,30 di questo pomeriggio si è svolta la cerimonia di riconsegna del pallio: a vincere l’edizione precedente della rievocazione storica era stato proprio il Comune di Jesi che ha poi custodito il vessillo nelle sale del Palazzo municipale per tutto l’anno. Il Palio di San Floriano è una kermesse storica che da 23 edizioni riesce a unire i comuni della Vallesina grazie a solidarietà e amicizia. È stato il vice sindaco di Jesi Luca Butini a ricordarlo, riconsegnato il vessillo nelle mani del Podestà, figura al guida della città al tempo del Medioevo. “Che vinca il migliore – ha commentato il vice sindaco – possedere e custodire il palio per un anno è stato motivo d’orgoglio, per me e per tutti i cittadini”. La cerimonia è poi proseguita con i saluti del presidente dell’Ente Palio, Matteo Giampieri, che ha sottolineato l’importanza dei bambini all’interno della comunità: “Abbiamo voluto donare a titolo gratuito le campanelle di quest’anno alle scuole elementari della città, perché crediamo nella forza delle nuove generazioni”.

L’occasione della cerimonia ha dato l’opportunità alla cittadinanza di vedere un piccolo assaggio di quelle che saranno le esibizioni dei Gruppi storici dell’Ente Palio San Floriano durante il prossimo week end: in piazza delle Monighette, il numeroso pubblico ha assistito alle performance del gruppo di ballo “La Saltica di San Floriano”, Sbandieratori, Tamburi, Armati.

La serata poi proseguirà alle 22 con il concerto rock medievale a cura della band “I Brutti di Fosco” grazie alla collaborazione con Hemingway Café.

Nonostante le nuove normative in vigore per gli eventi pubblici, tutti gli eventi del Palio sono anche per questa edizione completamente gratuiti, a favore di tutta la cittadinanza.

Il vessillo è stato quindi rimesso in gioco dall’Ente Palio: da venerdì 11 maggio inizieranno le competizioni per tutti i comuni della Vallesina valevoli per l’assegnazione del pallio…che vinca il migliore!

Il week-end continua con il corso di pittura “Giù pe’ Sant’Anna” dalle 9:30 alle 13:00 al Palazzo dei Convegni; presso la Galleria di Palazzo dei Convegni si terrà invece la mostra fotografica del Circolo Fotografico Massimo Ferretti “Gli Sport della Vallesina” dalle 17 alle 20. E ancora, alle 17:30 presso la Sala didattica del Museo Federico II si terrà il Convegno sulla falconeria realizzato dai Falconieri di Federico II dal titolo “Federico e Costanza, magia, immagini e parole sulla coppia di Falchi dell’Imperatore” con l’esposizione dei rapaci dei Falconieri di Federico II dalle 17:30 alle 19:00 nel cortile del Museo Federico II. La domenica si concluderà con la Premiazioni concorso di pittura “Giù pe’ Sant’Anna” nel Palazzo de Convegni alle 18.

Ricordiamo che la mostra fotografica a cura del Circolo Massimo Ferretti “Gli Sport della Vallesina” sarà permanente presso la Galleria del Palazzo dei Convegni dalle 17 alle 20 (giovedì 10 fino alle 22, venerdì 11 e sabato 12 fino a mezzanotte, e domenica 13 dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 22).

Per tutta la durata della manifestazione – sia del “Palio Experience” che del Palio tradizionale, che ha preso il via ieri 4 maggio – sarà possibile utilizzare la cartina del Palio Experience con al suo interno:

  • una mappa del centro storico con il percorso e gli appuntamenti esclusivi inerenti la pura rievocazione storica.
  • le indicazioni per visitare alcuni punti di interesse turistico medievale della città di Jesi, inclusi coupon sconto per ingresso al Museo Federico II e Museo Archeologico.
  • I ristoranti e locali del centro storico che solo per quel periodo proporranno esclusivi piatti medievali

Durante tutta la manifestazione sarà possibile acquistare i biglietti della lotteria del Palio con 30 diversi premi a disposizione: parte del ricavato sarà donato alla Caritas di Jesi per i suoi progetti.

Inoltre, dal 10 al 13 maggio in Piazza Spontini verrà allestito un Info Point Turistico del comune di Jesi realizzato dall’Ufficio Turismo con la collaborazione di diverse associazioni cittadine.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.