«Passione e morte di Gesù» , l’evento al Ventaglio non ci sarà: arriva la mostra

JESI – Dopo dodici edizioni edizioni, non ci sarà quest’anno «Passione e morte di Gesù», la sacra rappresentazione che ricorre ogni domenica delle Palme al Parco del Ventaglio. A dare la notizia è l’associazione culturale dell’Arco, organizzatore dell’evento, che ha comunicato sui social la decisione di fare uno stop per questo 2019. Una scelta dettata da motivi organizzativi e dalla necessità di una riorganizzazione interna, a partire dalla ricerca di nuovi volontari ed energie. Organizzare eventi, infatti, è qualcosa che richiede sempre più energie, sopratutto se alla base c’è il lavoro di volontari e considerate anche le sempre più stringenti normative sulla sicurezza.  «Avevamo bisogno di prenderci una pausa ma sarà solo per quest’anno: la sacra rappresentazione tornerà nel 2020» rassicura il presidente e regista dell’associazione Giorgio Massera.

Al posto dell’evento al Parco del Ventaglio ci sarà comunque una mostra fotografica «In cammino con la Passione e morte di Gesù» che gli organizzatori allestiranno al Palazzo dei Convegni a partire da domenica 14 aprile e fino al 19, con una carrellata delle migliori foto scattate durante le rappresentazioni di questi dodici anni: «Nonostante la pausa, il fermento non manca – ha detto la vice Egizia Mimmotti -. Saremo comunque presenti con questa mostra, arricchita dalla proiezione del video dell’edizione 2018». L’evento ogni anno coinvolge circa 150 volontari, tra figuranti e collaboratori, e ognuno di loro nella mostra potrà ritrovarsi in uno scatto. Sarà anche l’occasione per far risuonare l’appello dell’associazione in vista dell’edizione 2020 di «Passione e morte di Gesù»: «Una richiesta d’aiuto disperata e anche ottimistica – aggiunge la Mimmotti -. Tutte le nostre attività si fondano sul volontariato e avremmo bisogno di giovani e anche pensionati che siano disposti a dare una mano, per portare avanti questa tradizione».

1 Commento su «Passione e morte di Gesù» , l’evento al Ventaglio non ci sarà: arriva la mostra

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*