«Pecunia: fine o mezzo?» | Password Magazine
Banner-Hedone
hedone

«Pecunia: fine o mezzo?»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Monica de Pau

JESI – Qualche giorno fa a colloquio con un autorevole imprenditore marchigiano, ho registrato questa domanda che sicuramente è fonte di ispirazione.

«Il denaro serve solo a produrre denaro, oppure è auspicabile associare ad esso una progettualità, un utilizzo futuro, la realizzazione dei propri sogni, un gesto di solidarietà?»

Il pensiero che affiora è che nel primo caso le emozioni che circolano sono riconducibili all’avidità di produrre velocemente altro denaro, all’ossessione che ogni azione debba essere proficua e condurre ad un valore economico. Nel secondo caso invece, spostando il punto di osservazione, potremmo considerarlo uno strumento con una rilevante responsabilità sociale, un alleato da utilizzare e con il quale generare e produrre “buone azioni”. Quindi la ricchezza non come una privilegiata condizione economica, ma come uno stato di benessere individuale che può condurre alla responsabilità e al dovere di restituire alla collettività parte di quanto si riceve, nel mondo anglosassone si definisce “Give Back”. Le azioni attraverso le quali concretizzarlo non possono essere semplici donazioni di denaro, quanto piuttosto sostegno a progetti che a loro volta possano generare utilità e opportunità per le comunità.

Come ci ricorda la parabola dei talenti, è giusto mettere a frutto quanto ricevuto e utilizzare il denaro come mezzo prezioso per fare del bene! 

Monica De Pau, Azimut Capital Management

via XV Settembre, 16/A –  JESI
Tel. 0731 209343
Cell. 389 9451156

monica.depau@azimut.it
Monica De Pau – Azimut Capital Management

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.