Percorso ciclopedonale via XXIV Maggio, l’assessora Napolitano: «Bici e pedoni insieme con rispetto»

JESI – Fa discutere in rete la scelta dell’Amministrazione comunale di destinare il tratto di marciapiede di via XXIV Maggio ad utilizzo ciclopedonale. I cittadini lamentano che permettere a pedoni e a biciclette di transitare lungo la stessa corsia possa mettere a rischio la sicurezza degli uni e degli altri.

Un cittadino indignato si è rivolto anche alla nostra redazione per chiedere, con una punta di sarcasmo, quali siano le regole della strada da ottemperare per una “sana convivenza” e di chi sarà la responsabilità in caso di incidenti.

«La possibilità di poter creare percorsi misti, pedonali e ciclabili, è previsto dal Decreto Ministeriale 557 del 30.11.99 contenente le Linee guida per la progettazione di piste ciclabili – spiega l’assessora all’Ambiente Cinzia Napolitano – Il marciapiede di via XXIV Maggio è largo 3 metri, uno spazio sufficiente che ci consente di poter applicare la normativa e di far salire le biciclette senza alcun pericolo».

L’assessora Cinzia Napolitano con il sindaco Massimo Bacci

Il tratto di via XXIV Maggio permetterà alle biciclette di transitare dal San Sebastiano fino a piazzale San Savino, una volta completata la pista ciclabile. «L’unica soluzione alternativa per far transitare le biciclette lungo quella via sarebbe stato eliminare i parcheggi ma non sarebbe stata la scelta giusta in una zona già molto trafficata – ha spiegato l’assessora –  Esistono vie ciclopedonali anche nelle altre città: ovviamente, sta al rispetto dei cittadini e a loro senso civico far buon uso del percorso. Per questo motivo, faremo installare dei cartelloni lungo il tratto in questione con un monito che prende spunto da quanto già realizzato dal Comune di Bolzano: Bici+pedoni insieme con rispetto».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*