Piano opere pubbliche: previsti risanamento Cavalcavia e altri interventi | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Piano opere pubbliche: previsti risanamento Cavalcavia e altri interventi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Ammonta ad oltre 19 milioni il piano delle opere pubbliche per il 2016 approvato dalla Giunta comunale nella sua ultima seduta. Una mole di investimenti significativa, legata per quasi il 40% (circa 7,7 milioni) all’intervento dei privati per finanziare, attraverso forme di intervento previste dalla legge come il project financing, tre importanti operazioni: la nuova scuola Lorenzini, la manutenzione straordinaria della pubblica illuminazione, la manutenzione del cimitero principale con gestione delle lampade votive.

Un altro milione di euro, 1,1 per l’esattezza, giunge da finanziamenti già concessi in ambito regionale, nazionale o comunitario che vanno a sostenere interventi ben definiti e dunque rappresentano spese vincolate. Trecento mila euro sarà invece il mutuo che l’Amministrazione contrarrà per due interventi: la sistemazione delle coperture del palazzetto dello sport e della palestra Carducci (rimozione dell’amianto).  È di 1,5 milioni la somma legata al Piperru per la ripavimentazione di corso Matteotti ed altri interventi nell’asse centrale della città, mentre ammontano a 2,3 milioni di euro le risorse per la realizzazione dei nuovi 600 loculi del cimitero, mediante autofinanziamento con la vendita dei loculi.

Di fatto, come stanziamento di bilancio, ci sono dunque poco meno di 6 milioni derivanti da oneri di urbanizzazione e alienazioni. Si tratta certamente di una somma significativa che la Giunta ha comunque prudenzialmente voluto prevedere per trovarsi pronta, e di conseguenza mettere nelle condizioni l’Area Servizi Tecnici di agire, qualora dovessero andare a buon fine alcune importanti operazioni di dismissione del patrimonio immobiliare non strategico.

Proprio per questo, nella suddivisione dei singoli 56 interventi complessivi, sono stati indicati tre livelli di priorità per una programmazione a scalare sulla base delle risorse disponibili. Costituiscono priorità principale la manutenzione stradale (300 mila euro) e il risanamento del cavalcavia (150 mila), l’ampliamento della videosorveglianza (150 mila), interventi di mitigazione del rischio idrogeologico (100 mila), manutenzione scolastica (500 mila) e adeguamento antincendio asili nido (150 mila),

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.