Piazza Pergolesi, commercianti preoccupati: «Il cantiere ci ha isolati» | Password Magazine

Piazza Pergolesi, commercianti preoccupati: «Il cantiere ci ha isolati»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Continua a far discutere il cantiere dei lavori di Piazza Pergolesi, che ormai ha quasi del tutto nascosto alla vista il monumento dedicato al compositore e il volto della Chiesa di San Nicolò.

Alti pannelli in legno sono stati utilizzati per recintare l’area e metterla in sicurezza, destando non poca preoccupazione da parte dei commercianti che gestiscono la propria attività intorno la piazza e in vicolo San Nicolò.

Mentre resta ancora fissa al suo posto l’edicola, oggetto della raccolta firme promossa da Andrea Pieralisi che ha mobilitato 375 cittadini contro il trasloco,  alcuni negozianti lamentano di essere stati “isolati” dal resto del Corso Matteotti, a causa dei pannelli che li coprono e nascondono alla vista dei passanti: «Prima i pannelli in legno, poi  questo recinto con coperture verdi a coprirci del tutto – afferma Laura Loccioni del negozio di libri e giochi Kirikù –  Il cantiere inoltre si estende fino a qualche metro dal negozio, rendendo difficile il carico-scarico merci e pericoloso l’attraversamento pedonale, sopratutto per i piccoli avventori, a causa del traffico di via XV Settembre».

Solo una piccola apertura a destra e una a sinistra consentono ai clienti di raggiungere Kirikù dal Corso: «Fermo restando che non sono mai stata contraria alla riqualificazione della piazza, non immaginavo affatto questi problemi. Sarà dura andare avanti così per un anno, fino al termine dei lavori». L’unica speranza è riposta nella segnaletica pubblicitaria che il Comune di Jesi dovrebbe installare sul lato del cantiere che si affaccia lungo il corso ad indicare quei negozi rimasti nascosti.

Tra questi c’è anche la Profumeria Nuova Harmony, in fondo a vicolo San Nicolò. Per raggiungerlo ora si deve passare attraverso uno stretto corridoio compreso tra l’edificio che ospita all’angolo la pizzeria e il muro di pannelli: «Nessuno si aspettava che il cantiere si estendesse fino alle nostre vetrine – è il commento della titolare Rosalba Montapponi – Siamo molti dispiaciuti ma speriamo che, se il Comune farà quanto promesso con la segnaletica, le cose possano migliorare».

(C. C.)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.