Pikkanapa, iniziativa che valorizza il prodotto locale e promuove le attività

JESI – Da un prodotto della terra alle lavorazioni artigiane. Pikkanapa, Festival e Mostra – mercato del peperoncino e della canapa che in questi giorni sta animando il centro storico jesino,  ha il patrocinio della Confartigianato, la quale sin dall’origine ha riconosciuto la potenzialità del progetto e il suo importante ruolo nella promozione delle attività artigiane del territorio connesse ai prodotti protagonisti della kermesse.

«Crediamo in questa iniziativa, che, valorizzando elementi che fanno parte della storia e dell’identità del nostro territorio, promuove al contempo diversi segmenti dell’indotto artigiano – dichiara Giuseppe Carancini, segretario Confartigianato Jesi – Pensiamo ad esempio alla coltivazione della canapa, una coltura in passato presente nella Vallesina e che oggi potrebbe rappresentare una alternativa a un prodotto importante quale è stata la barbabietola. Da essa si ricava una innumerevole tipologia di prodotti che coinvolgono anche settori artigiani: l’alimentare, con i semi, l’olio, la farina, la birra; il tessile, ricavando dalla pianta le fibre necessarie a produrre tessuti, accessori, perfino capi di abbigliamento; oppure la carta, adatta a differenti tipi di utilizzo. La canapa può essere impiegata anche nella bio-edilizia e nell’arredo-casa, come alternativa al legno e alle resine plastiche e, in alcuni casi, del cemento e dei mattoni».

«Per questo – afferma Silvano Dolciotti presidente del Comitato territoriale Jesi – Fabriano della Confartigianato – Pikkanapa è un evento di rilievo, non solo per la capacità di richiamare presenze nella nostra città grazie a una offerta enogastronomica di qualità, ma anche per l’azione di promozione del territorio, dei suoi prodotti, e di valorizzazione delle aziende locali, che possono, grazie alle colture della tradizione e alla loro filiera, trovare fonti di reddito e di sviluppo».

Sono oltre una trentina gli stand espositivi provenienti da tutta Italia, dislocati da piazza Spontini e Piazza Indipendenza, passando per piazza Ghislieri, fino ad arrivare in piazza Federico II, dove si concentreranno i sei stand di street food piccante e alla canapa, con apertura dalle 17 e fino a mezzanotte per tutti e tre i giorni, sabato e domenica dalle 10.00.

Oggi giornata di formazione al Teatro Moriconi dal titolo “Cannabis Medical Project: Facciamo il punto“: l’incontro avrà come oggetto l’utilizzo terapeutico della Canapa ed i relativi aspetti legali e normativi. Tale meeting verrà trattato nell’ambito di un ECM (Educazione Continua in Medicina), ossia di un corso di aggiornamento per medici e farmacisti e verranno quindi riconosciuti crediti formativi ai frequentanti; alle ore 18.30, in piazza Federico II si ballerà al piccante ritmo della Pizzica con la Pizzica – Compagnia del Solstizio Mediterraneo e la musica dal vivo dei Lunanoa.
A seguire, alle ore 22.30, si continuerà a ballare con lo ska/reggae deVerdicchio Sound System.

Domani, alle ore 17.30 al Moriconi, si parlerà di “Semi di Canapa: quali proprietà e benefici”: saranno trattati gli aspetti nutraceutici dei semi di Canapa e derivati, quali l’olio e la farina. In occasione del convegno, stante la partecipazione di ricercatori e docenti universitari, si cercherà di dettare le linee guida (il Protocollo di Jesi) che ogni produttore di olio dovrà seguire dalla semina all’ imbottigliamento per garantire al consumatore un prodotto con qualità sufficientemente accettabile.

Alle ore 22.00, il concerto di Sebastian Torres & The Italian Orchestra a chiudere la kermesse più “hot” della città con musica tradizionale messicana.

Sabato e domenica, a partire dalle ore 18.00, in piazza Federico II, libri, letture e giochi per bambini con il “Mondo di Minibobombo”. Tra le novità di questa edizione, da segnalare anche il Pikkanapa Music Festival, un concorso musicale per band emergenti e musica originale che si svolgerà in piazza delle Monnighette.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*