Piticchio di Arcevia, 3° Festival "Heart , il linguaggio e le vie della terra" | Password Magazine

Piticchio di Arcevia, 3° Festival “Heart , il linguaggio e le vie della terra”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ARCEVIA – Il cuore, la vita e la natura. Nasce dall’incontro fra questi elementi la terza edizione del festival multidisciplinare “Hearth, il linguaggio e le vie della terra”, che si svolgerà a Piticchio di Arcevia (Ancona) dal 2 al 4 giugno. Hearth, che è stato presentato nella sede della Regione Marche, è organizzato dall’Associazione Amici di Piticchio e dalla cooperativa di agricoltura biologica La Terra e il Cielo, con il patrocinio del Comune di Arcevia. “Azioni sinergiche e cuore al centro – ha detto Anna Casini, vicepresidente e assessore all’Agricoltura della Regione Marche – È questo per noi un orientamento fondamentale che ritroviamo anche in questa manifestazione, organizzata per coinvolgere dagli adulti ai bambini, un “parco giochi” che pone l’attenzione sul benessere, a cominciare da quello che mangiamo e, quindi, all’agricoltura biologica”. Un settore, questo, ha ricordato la Casini, “su cui la Regione Marche punta molto, con il fondo di 80 milioni del Piano di sviluppo rurale 2014-2020 e, in particolare, sul ruolo che i giovani, cui è dedicato uno specifico interevnto, possono giocare nella valorizzazione delle aree interne e montane”. Nel programma di Hearth, ha spiegato Bruno Sebastianelli, presidente della cooperativa La Terra e il Cielo, “l’approfondimento, venerdì mattina, sulle filiere biologiche, pilastro della nostra agricoltura, per il cui sviluppo dobbiamo ringraziare anche la Regione, che costituiranno il fattore che potranno salvare questo settore”. Altro confronto di rilievo, ha detto Sebastianelli, “quello interreligioso di domenica pomeriggio che ci è stato ispirato dalle parole di Papa Francesco, che non esiste uno scontro fra religioni ma fra poteri. Noi, da Piticchio, vogliamo invece lanciare un messaggio di conciliazione”. Un’esortazione alla bellezza, ha detto Graziano Gambioli, presidente associazione Amici di Piticchio, “che passa dal desiderio, come abbiamo sempre cercato di fare, dal valorizzare le fortune che il nostro territorio ha e che cerchiamo di presentare attraverso Hearth anche facendo conoscere le nostre aziende e le loro produzioni con la passeggiata I colori del paesaggio”. Un comprensorio, quello di Arcevia, ha affermato il sindaco Andrea Bomprezzi, che “crede nella necessità di promuovere il biologico, con la creazione del distretto delle Valli del Misa e del Nevola, e tutto ciò che è unico del nostro sapere, con il parco archeologico del monte Croce Guardia, su cui quest’anno realizzeremo la terza campagna di scavi insieme all’Università della Sapienza, e con il parco della cultura mezzadrile. Hearth, in tutto ciò, ci sta perfettamente dentro, legato al cuore di Arcevia e alla bellezza del suo paesaggio”. Hearth offrirà tre intensi giorni di confronti, approfondimenti, laboratori per adulti nella Piazza dei tramonti e nelle Stanze dell’armonia e per i bambini nella Grotta dell’essenza, spettacoli, proiezioni, passeggiate, degustazioni nella Cantina della cuore, con menù vegeteriano-vegano, e nella Cantina della terra, con menù tradizionale, mercatino delle eccellenze, per coniugare il bisogno di sviluppare un approccio culturale di equilibrio fra persona e ambiente cogliendo anche l’opportunità di essere una manifestazione che attira soggetti interessati e turisti da tutta Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.