“Polemica facile non ci proteggerà dalle alluvioni” duro scontro tra gruppi consiliari

JESI – Si alimenta lo scontro tra i gruppi consiliari di Jesi sulla questione della mancata convocazione della commissione specifica sugli allagamenti del 1 settembre.
Dopo il commento del PD (che potete leggere qui), Jesi in Comune ieri ha rincarato la dose scrivendo quando segue.
“Il rifiuto di convocare una commissione ad hoc sul maltempo che ha interessato la città sabato 1 settembre è una scelta da condannare nel merito ed, ancor prima, nel metodo. La richiesta che era stata presentata dai consiglieri del Partito Democratico era e resta non solo legittima, ma condivisibile, in uno spirito di approfondimento per il bene della città.
La maggioranza, per il tramite del consigliere Filonzi, ritiene invece che la questione possa essere (è proprio il caso di dire…) liquidata con un comunicato stampa dell’amministrazione, che riportava un bollettino con l’indicazione esatta della quantità di acqua precipitata.
Va bene l’eccezionalità delle precipitazioni (ma quando il problema si ripete diverse volte non è più tanto eccezionale…); tuttavia tra le zone più colpite dagli allagamenti c’erano San Giuseppe e Viale della Vittoria. Cioè proprio quelle dove più di recente sono stati fatti lavori, compresi interventi a marciapiedi, caditoie, canali di scolo e, nel caso di via Garibaldi, fognature. Tra l’altro non è ancora del tutto chiara nemmeno la questione dei risarcimenti: chi sarà risarcito? A quali condizioni?.
E allora perchè la richiesta di sentir riferire in Commissione è stata negata?
Come sempre, la minoranza si deve “fidare”, deve aspettare, si deve accontentare dei comunicati stampa. Come se non fosse parte integrante della rappresentanza della comunità e dei residenti. Il manovratore non ama essere disturbato”.
Non si è fatta attendere la replica della maggioranza che ha inviato oggi questo comunicato a firma dei gruppi consiliari Jesinsieme e Jesiamo che vede tra le sue fila Nicola Filonzi, presidente della commissione in questione.
“In merito al comunicato pubblicato ieri da Jesi in Comune e alla nota stampa del giorno prima a firma PD Jesi, crediamo sia giusto sottolineare come, almeno per noi, essere parte integrante di una comunità significa essere responsabile della stessa, soprattutto quando la si rappresenta in un Consiglio Comunale come forza politica. Cavalcare quanto accaduto Sabato 1 settembre durante gli allagamenti dovuti ad una tre le più abbondanti precipitazioni degli ultimi decenni, indicando tra le cause gli interventi alle fognature, la pulizia delle caditoie e rispolverando i lavori effettuati lungo le strade è semplicemente fuorviante dalla realtà. Una strumentalizzazione poco seria che non serve alla città. Con questi presupposti, alla ricerca della polemica facile e nella oramai noiosa insinuazione del sospetto, si è ritenuto corretto non convocare  per ora la Commissione. Le domande di risarcimento nello sportello aperto dal comune sono in via di presentazione a dimostrazione di una situazione in corso d’opera che non può nemmeno, ad oggi, ragionare su tutti i dati completi”.  

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*