Polizia locale, più controlli. Sale il numero delle multe | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Polizia locale, più controlli. Sale il numero delle multe

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Agenti della Polizia locale sempre più sulle strade, impegnati in pattuglie esterne e controlli. Ma se da un lato sale il numero delle infrazioni rilevate, dall’altro cala il loro importo complessivo. Dai numeri dell’attività della Polizia locale dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina nell’arco del 2014 si evidenziano le abitudini degli automobilisti ma soprattutto la mole di lavoro del Corpo di Polizia attivo in un territorio, da Maiolati Spontini a Rosora, da Montecarotto a Monte Roberto, da San Paolo di Jesi a Poggio San Marcello, da Castelplanio a Castelbellino, di quasi 80 chilometri quadrati, dove vive una popolazione che supera i 22.000 abitanti.

Un territorio dove gli automobilisti che infrangono le regole del codice della strada sono in aumento, visto che le sanzioni accertate dalla Polizia locale sono passate dalle 741 del 2013 alle 793 del 2014. Sempre di più, purtroppo, anche gli incidenti stradali: dai 37 di tre anni fa si è passati ai 46 del 2013, mentre il 2014 si è chiuso con un bilancio di 58 sinistri. È invece in calo, di circa 14 mila euro, l’importo delle sanzioni, passate in un anno da oltre 70 mila euro a circa 56 mila.

Gli agenti, compreso il comandante Giovanni Carloni, sono stati una media di 9,5 unità, impegnati a portare avanti nel corso dell’anno un’attività molto ampia e articolata, che comprende mansioni di polizia stradale, amministrativa, urbana e rurale, e altre attività, come le notifiche o i controlli congiunti con altre forze di polizia.

Sono state ben 568 nel corso del 2014 le pattuglie esterne, contro le 456 dell’anno precedente, cui vanno aggiunte 18 pattuglie notturne. I posti di controllo sono stati 147 (117 nel 2013) e ben 1.289 (contro 961) i veicoli controllati. Nonostante l’aumento delle sanzioni al Codice della strada, calano i ricorsi (solo 8).

Per quanto riguarda gli aspetti amministrativi sono diminuite le violazioni ai regolamenti comunali (42 contro le 60 del 2013). Si tratta, in particolare, di sanzioni per comportamenti non corretti legati alla raccolta differenziata, riscontrati nei controlli nelle isole ecologiche. Il loro calo, quindi, è un segnale importante per quanto riguarda l’attenzione dei cittadini verso le norme legate allo smaltimento dei rifiuti.

Fra gli altri dati, risultano in aumento le pratiche di cattura dei cani randagi (da 21 del 2013 a 36), e i controlli per l’anagrafe canina (da 22 a 26). Nel corso del 2014 è salito il numero delle comunicazioni di ospitalità degli stranieri (da 74 a 159) mentre un altro fronte su cui sono impegnati gli agenti della Polizia locale è quello delle notifiche per conto della Procura della Repubblica, che nel 2014 sono state 225.

Sale il numero, anche se di poco, dei servizi ai mercati settimanali (da 175 a 177) mentre cala la somma relativa alla riscossione della Tosap temporanea per mercati e fiere (da 4.479 a 4.313 euro). La Polizia locale si occupa anche della gestione delle graduatorie, del rilevamento delle presenze e dell’assegnazione temporanea di posteggi ai mercati settimanali di Moie, Pianello Vallesina e Macine di Castelplanio e al mercato quindicinale di Montecarotto.

Nell’ultimo anno sono calate le pratiche di accertamento di residenza (da 978 a 892) mentre fra i dati in crescita c’è quello dei tesserini per la caccia, saliti da 203 a 277.

A commentare i dati dell’attività della Polizia locale sono il presidente dell’Unione dei Comuni Mirco Brega e l’assessore con delega alla Polizia locale dell’Unione, nonché sindaco di San Paolo di Jesi, Sandro Barcaglioni.

Il presidente Brega sottolinea che “anche nel corpo di Polizia locale è in atto una riorganizzazione delle mansioni ed un potenziamento di organico, ad oggi carente, al fine di rendere un servizio più efficace ed efficiente alla collettività”.

Due assunzioni di vigili arriveranno con un bando di mobilità, in modo che “nel giro di qualche mese – fa sapere l’assessore delegato Barcaglioni – potremo tornare a dieci unità effettive, che con gli stagionali ci consentirà, nel periodo estivo, di arrivare a dodici agenti”. Ancora bloccato, invece, per colpa di un ricorso al Tar, il concorso per una figura di categoria D ma “grazie all’ingresso di Rosora nell’Unione – spiega sempre Barcaglioni – possiamo contare su un altro vigile di categoria D, che porta il personale, a livello di quadri dirigenti, a tre unità. Il bando di mobilità consente, invece, assunzioni più veloci, e soprattutto di incrementare il numero del personale della Polizia locale con agenti ordinari”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.