Polizia pizzica due giovani al parco: «Non abbiamo paura del virus»

ANCONA – Continuano i controlli della Polizia di Stato in tutto il capoluogo dorico rivolti al rispetto delle norme riguardanti le misure urgenti di contenimento del contagio da coronavirus. Nel corso della suddetta attività, ieri sera, verso le 21.00, gli agenti delle Volanti della Questura di Ancona hanno proceduto al controllo di due 23enni anconetani che stazionavano, fianco a fianco, su di una panchina nella zona del Pincio, intenti a fumare sigarette. «Non abbiamo paura del virus»è stata la motivazione della presenza in quel luogo che i due giovani fornivano ai poliziotti nel corso dell’identificazione, come se tutto ciò che sta avvenendo in questo periodo fosse lontano dal loro mondo.

Nell’occasione i poliziotti spiegavano ai due giovani l’importanza del rispetto delle norme per la sicurezza di tutti i cittadini avvertendoli della violazione penale a cui erano andati incontro ovvero quella prevista dall’art. 650 del c.p., reato che punisce chi non osserva un provvedimento legalmente dato dall’Autorità per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o ordine pubblico o d’igiene, se il fatto non costituisce un più grave reato, con la pena dell’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro.

Dopo gli atti i due giovani rientravano nelle rispettive abitazioni.

Con l’occasione si invita nuovamente la cittadinanza a rispettare le normative riguardanti le misure urgenti di contenimento del contagio da coronavirus, a spostarsi solo per i casi previsti dalle attuali norme, ovvero per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute o rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.