Polo del Farmaco e 118 all’Interporto, ritarda ancora la realizzazione

JESI – «Sulla realizzazione del Polo della Logistica del Farmaco e del Centro Regionale del 118 l’ovvia aspettativa è quella che si dia seguito, in tempi assolutamente brevi, alla conclusione dell’iter procedurale con la firma dell’atto di cessione tra Asur Marche e Interporto Marche spa».

A dirlo è il gruppo consiliare di maggioranza Jesiamo: «Con l’insediamento, durante lo scorso settembre, del nuovo CDA di Interporto Marche spa sono ora presenti tutte le condizioni perché si addivenga alla realizzazione di questo importante investimento che risulterà un’opportunità non solo per la nostra città ma per tutto il territorio della Vallesina e per la Regione Marche in tema sanitario. Non si può credere, né si vuole prendere assolutamente in considerazione l’idea che ci sia un ripensamento da parte della Regione Marche ed Asur su una questione in cui ormai si attendono solo i fatti concreti, logica conseguenza delle parole e degli atti amministrativi già intrapresi ed eseguiti. Il non raggiungere tale obiettivo delineerebbe un comportamento perlomeno discutibile da parte degli attori istituzionali in causa. Purtroppo le continue proroghe, siamo alla terza, ed il non rispetto dell’ultimo termine del 30 settembre, oramai scaduto, ci danno modo di pensare che la realizzazione di tale struttura possa rimanere un’incompiuta che delineerebbe scarsa attenzione per il territorio da parte dei vertici di Asur Marche. Per far si che chi di dovere porti a compimento questo impegno la maggioranza ha presentato per il prossimo Consiglio Comunale una interrogazione sull’argomento chiedendo chiarimenti e tempistiche sulla firma dell’atto di cessione che sbloccherebbe, definitivamente, la questione dando seguito ad accordi già presi e che non possono essere, ora, non rispettati».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*