Ponte San Carlo, Animali (JiC) manifesta dubbi. Il Comune: «Gravi allusioni» | | Password Magazine

Ponte San Carlo, Animali (JiC) manifesta dubbi. Il Comune: «Gravi allusioni»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Chiarimenti sulle procedure di appalto per le verifiche e la progettazione del Ponte San Carlo. A richiederli tramite interpellanza da discutere in Consiglio comunale Samuele Animali, consigliere comunale di Jesi in Comune: «Essendo noto – sostiene – che sono state assegnate, di fatto, alla stessa persona, l’ingegner Luigino Dezi (rectius, a ditte a lui riconducibili) e che non c’erano altri concorrenti, a maggior garanzia di trasparenza vengono chieste delle precisazioni con riguardo ad una serie di adempimenti tecnico giuridici».

Per l’Amministrazione comunale però  «il consigliere Animali non trova di meglio che provare a gettare ombre e dubbi sulla correttezza e la linearità dell’operato degli uffici circa le procedure su un’opera pubblica fondamentale per la viabilità cittadina». E lo fa, dicono da piazza Indipendenza,  «con chirurgico tempismo – viste le imminenti elezioni regionali su cui già si sta impegnando – tenuto conto  che oggi presenta una interrogazione che si riferisce ad atti di oltre due anni fa».

Nell’interpellanza, Animali evidenzia: «Nell’affidare l’incarico di verificare la stabilità strutturale del ponte San Carlo è stata avviata una indagine di mercato cui ha partecipato un solo professionista.  Per la progettazione, la ditta risultata aggiudicataria, l’unica a presentare offerta, ha come referente il medesimo professionista individuato per il precedente incarico, sia pure in vesti diverse, per il che risulta disatteso il principio della rotazione. La casistica per cui lo stesso professionista si presenta con due società diverse ed è l’unico a presentare offerta dovrebbe essere piuttosto inusuale».

Ma per il Comune, Animali «invece di supportare l’Amministrazione comunale che si sta facendo in quattro per trovare risorse con cui ricostruire il nuovo ponte San Carlo (e grazie al cielo ne ha trovate in larga parte!),  nel malcelato tentativo di gettare discredito sull’attività amministrativa, non si fa scrupolo di mettere di mezzo una delle massime autorità regionali in fatto di infrastrutture stradali a cui la stessa Procura della Repubblica fa riferimento quando deve individuare un esperto in materia».

Tutti i ragguagli tecnici saranno forniti in Consiglio comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.