Porte aperte alla discarica di Moie | | Password Magazine

Porte aperte alla discarica di Moie

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – La Giunta del comune di Maiolati Spontini ha promosso l’iniziativa “Porte aperte alla discarica”, che si svolgerà sabato 30 giugno, alle ore 10, nell’impianto di via Cornacchia, a Moie.

Considerate le avverse previsioni meteo previste per la giornata e soprattutto per la notte di domani, l’iniziativa, inizialmente fissata per il 22, è stata rinviata a sabato 30 giugno.

La decisione nasce dall’impossibilità di prevedere la fruibilità delle diverse area della discarica e la perfetta transitabilità con autobus della viabilità interna a seguito delle abbondanti piogge previste.

L’assessore all’ Ambiente Irene Bini aveva già annunciato, nelle scorse settimane, l’intenzione di organizzare un confronto con i cittadini e le autorità locali nel sito, gestito dalla Sogenus, “per fare conoscere direttamente le caratteristiche e il funzionamento dell’impianto attraverso una visita guidata – ha spiegato l’assessore Irene Bini – all’insegna della trasparenza e della condivisione. L’incontro vedrà la presenza anche dei rappresentanti istituzionali dei Comuni limitrofi, oltre che di tecnici e amministratori maiolatesi”. All’iniziativa sono stati invitati, fra gli altri, i consiglieri comunali di Maiolati Spontini, i sindaci dei Comuni soci della Sogenus, i presidenti di Cis, della Provincia di Ancona, della Sogenus, nonché l’assessore all’Ambiente e il presidente della Commissione Ambiente della Regione Marche.

Alle ore 10 è previsto il ritrovo all’ingresso della discarica in via Cornacchia. Dopo un’illustrazione dello stato attuale e delle prospettive dell’impianto, seguirà la visita all’interno del sito, con la possibilità per i cittadini di fare domande per avere chiarimenti e approfondimenti.

L’iniziativa rientra, dunque, nelle azioni di potenziamento dei canali di informazione con la cittadinanza, con un’attenzione particolare al tema dell’ambiente e dell’impianto di discarica. Un impegno, come l’avvio del servizio Whatsapp, che Irene Bini persegue anche come assessore con delega alla Comunicazione e Partecipazione. Per quanto riguarda il tema del monitoraggio della salute pubblica, inoltre, il sindaco Umberto Domizioli ha promosso l’incontro, alla fine di maggio, fra Arpam, Asur, Ars (l’Agenzia regionale sanitaria della Regione Marche) e Comuni della Media Vallesina per l’avvio di un’indagine sanitaria descrittiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.