Al via la "Rassegna degli autori jesini" tra cultura e solidarietà | | Password Magazine

Al via la “Rassegna degli autori jesini” tra cultura e solidarietà

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI  –Presentata in sede comunale la “Rassegna degli autori jesini”, iniziativa che coinvolge il gruppo di scrittori locali nell’appuntamento di sabato 21 e domenica 22 aprile a Palazzo dei Convegni di Jesi.

L’idea è stata sviluppata dagli otto autori jesini, uniti dal 2015 dalla passione per la scrittura e provenienti da attività editoriali disparate e differenti tra loro, spinti dal comune amore per Jesi e per la letteratura.

Patrocinato dal Comune di Jesi, l’evento di Marco Torcoletti, Sergio Cardinali, Marinella Cimarelli, Franco Duranti, Giancarlo Esposto, Luigi Ramini, Oscar Sartarelli e Stefano Vignaroli, con la collaborazione dell’artista Giorgio Rocchegiani, è stato accolto con grande entusiasmo.

«La rassegna non ha scopo autocelebrativo degli autori del Club che l’hanno realizzata, né di quelli che vi hanno aderito – spiega Marco Torcoletti che ha curato l’aspetto organizzativo dell’iniziativa in collaborazione con il gruppo  –  Essa vuole offrire uno spunto di riflessione su un aspetto della vita culturale della nostra città non trascurabile, soprattutto alla luce del cospicuo numero di coloro che si dedicano alla scrittura. L’evento non ha scopo di lucro: infatti i libri non potranno essere acquistati all’interno della mostra».

Il Palazzo dei Convegni sarà adibito a spazi di esposizione, nella sala grande, dove verranno esposte le opere di Giorgio Rocchegiani, di cui sette altorilievi inediti e la ricostruzione del Santuario di Loreto (che hanno richiesto oltre 2000 ore di lavoro), e dei libri ordinati per genere di scrittura. La sala più piccola, invece, accoglierà le tavole rotonde durante le due giornate.

Due giornate dedicate agli autori jesini, che non saranno rappresentati solo dagli organizzatori dell’evento ma che vedranno coinvolti complessivamente 44 autori del territorio.

Tra i tanti partecipanti spicca il nome di Laura Tangherlini, giornalista di Rai News 24 che presenterà il suo libro “Matrimonio siriano”: i diritti d’autore del libro sarà devoluto in beneficenza all’associazione Terres Des Hommes, che da anni lavora per la difesa dei diritti dei bambini in territori di guerra.

Una coniugazione tra cultura e solidarietà quindi, anche per quanto riguarda la presentazione dell’Associazione G.A.I.A., una neonata Onlus Marchigiana che sostiene la ricerca sulle malattie infantili.

«Il lavoro compiuto è stato studiato in ogni dettaglio, un’iniziativa che a Jesi mancava» sostiene Marinella Cimarelli, unica componente femminile del gruppo autoriale.

Aggiunge poi Sergio Cardinali: «Dovremmo negli anni avvenire utilizzare questa forza di eterogeneità, per portare più aiuti concreti e materiali. Non fare solo da vetrina quindi per le associazioni benefiche, ma da vero sostegno. È l’obiettivo per le prossime edizioni».

 

A cura di Giovanna Borrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.