Preso il ladro ha del metadone nascosto nelle parti intime: arrestato

ANCONA – Nel pomeriggio di ieri, verso le 17.00, gli Agenti delle Volanti, impegnati nei servizi di prevenzione del reati  nella zona del Piano San Lazzaro, hanno proceduto al controllo di un uomo di 28 anni, in quanto molto somigliante alle descrizioni di un soggetto che, qualche ora prima, era riuscito ad appropriarsi di un portafogli lasciato incustodito sul bancone di un bar di Via Torresi da un 60enne anconetano.

Nella circostanza gli Agenti procedevano al controllo dell’extracomunitario il quale aveva gli stessi vestiti del soggetto immortalato dalle immagini di video sorveglianza del bar, trovandogli addosso, nascoste nelle parti intime, tre boccette di metadone; nessuna traccia però del portafogli.
Accompagnato in Questura i poliziotti lo sottoponevano ad un accurato controllo delle impronte da cui risultava che aveva fornito appositamente false generalità. Ma i sistemi informatici e l’abilità degli operatori della Polizia Scientifica non gli davano scampo.
E così, D.A., risultava avere a proprio carico un mandato di cattura emesso dal Tribunale di Genova in quanto indagato per spaccio di sostanze stupefacenti.
Per tale motivo l’uomo veniva arrestato e condotto presso il Carcere di Montacuto a disposizione dell’A.G.
Oltre allo spaccio di sostanze stupefacenti dovrà rispondere alla giustizia del furto del portafogli, della ricettazione del metadone e della false generalità fornite alla Polizia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*