Prevenzione del Cuore, in cento a Villa Serena per i check up gratuiti | Password Magazine

Prevenzione del Cuore, in cento a Villa Serena per i check up gratuiti. Si fa visitare anche Bacci

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI  – Oggi è la Giornata Mondiale per il Cuore (GMC),  organizzata in Italia da oltre 15 anni con il patrocinio di importanti società scientifiche , sportive ed associazioni ed enti pubblici e privati. A Jesi, un centinaio le persone che si sono rivolte al nuovo reparto di Cardiologia Riabilitativa della Casa di Cura Villa Serena di Jesi che, avviato da pochi mesi nel cuore della Vallesina sotto le direttive Primario dott.ssa Tiziana Setzu, ha deciso di aderire alla Giornata, aprendo le porte al cittadino. Consulenze ed esami gratuiti, dalle 9.30 alle 15.30, hanno permesso ai moltissimi partecipanti di effettuare un check up del proprio stato di salute, attraverso analisi e valutazioni del peso corporeo, circonferenze, pressione arteriosa, fattori di rischio cardiovascolare. Successivamente il cardiologo ha rilasciato consigli ed indicazioni specifiche per ciascun ospite. A sottoposti al controllo anche il sindaco di Jesi Massimo Bacci e l’assessore allo Sport Ugo Coltorti. Soddisfatta la dott.ssa Setzu per la riuscita di questa prima iniziativa: “Sono arrivate tantissime persone, cinquantenni sopratutto ma anche giovani – sono le parole del Primario  – Risposta positiva, in termini di impegno ed energie, anche da tutto il personale e dall’equipe di reparto: a loro va un sentito ringraziamento”.

In molti ancora “sfuggono” ai controlli annuali di routine, esami di prevenzione che, se effettuati regolarmente, potrebbero salvaguardare  la salute del cuore. “Altro dato importante, la quasi totale assenza nella propria quotidianità dell’attività fisica – puntualizza la dott.ssa Setsu  – L’80% dei pazienti visitati ha dichiarato di praticare uno stile di vita sedentario che esclude lo sport”. Consigliata dunque l’attività fisica, come “pillola” quotidiana per preservarsi in salute: “Almeno mezz’ora di camminata al giorno, a passo veloce – fa sapere il primario Setzu – A questo, va abbinata un’alimentazione sana ed equilibrata”. A dare consigli nutrizionali, la dott.ssa Letizia Saturni specialista in Scienze dell’Alimentazione: “Tenere d’occhio l’apporto giornaliero di grassi, carboidrati e zuccheri semplici. Ai cereali raffinati, preferire quelli integrali. Importante, di tanto in tanto, sperimentare in cucina anche cereali nuovi, meno ricchi di glutine o che ne sono del tutto privi: sì al farro, dunque, al mais, alla quinoa, al  miglio…e così via”. La dott.ssa Saturni ha poi consigliato ai pazienti di ridurre il più possibile la dose di zucchero al giorno. E attenzione anche al sale, sopratutto per chi soffre o è a rischio di ipertensione, contenuto in tantissimi cibi, anche nei più insospettabili: “La giusta dose è di 4 grammi al giorno, contro la tendenza di assumerne almeno 11-12. Non esageriamo con i sali alternativi: non è vero che fanno bene. Quello dell’himalaya contiene molti minerali, tuttavia va usato con moderazione”. Occhio anche all’alcol: “Un bicchiere per la donna al giorno, due per l’uomo: queste le quantità giuste –  consiglia la dott.ssa Saturni –  Attenzione anche alla birra che, derivata da un cereale, è una bevanda complessa, e ai moderni alcopops che, comunque, contengono alcol”.

(Chiara Cascio)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.