Prezzi non esposti e lavoro "in nero", sanzionate attività anche a Jesi e in Vallesina | | Password Magazine
Banner4Baffi

Prezzi non esposti e lavoro “in nero”, sanzionate attività anche a Jesi e in Vallesina

ANCONA – Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Ancona ha predisposto un’ apposita campagna dirà rafforzamento dei controlli in occasioni delle festività di fine anno denominata Natale più sicuro, che si inquadra nelle direttive emanate dalla locale per fattura per lo specifico periodo dell’anno.

In tal con testo i finanzieri delle compagnie e delle finanze dipendenti hanno seguito nella provincia dorica una serie di controlli per il contrasto di fenomeni quali: utilizzo di manodopera “nero” o irregolare , alla sicurezza dei prodotti, ai marchi contraffatti, falsi o fallaci, alle violazioni del diritto di autore, all’abusivismo commerciale organizzato, alla disciplina dei prezzi, alla circolazione transfrontaliera di capitali non dichiarati, alla produzione, commercializzazione e detenzione di artifici pirotecnici.

In particolare si è proceduto rilevare 7 violazioni nei confronti altrettanti esercizi, quali gioiellerie, commercio al dettaglio di prodotti alimentari e di una farmacia alla normativa che rende obbligatoria l’esposizione dei prezzi dei prodotti esposti al pubblico nelle vetrine esterne, lo scopo di tutelare la buona fede consumatori particolarmente numerosi in questo periodo. La violazione amministrativa pre vede una sanzione da 500 a 3000 mila euro.
Tale attività ha riguardato i comuni di Jesi , Maiolati Spontini e Osimo. Nella città dorica e Polverigi sono stati sequestrati in due distinte occasioni 102 manufatti pirotecnici illegali e si è proceduto alla denuncia di altrettante persone di nazionalità italiana, all’autorità giudiziaria.

Nell’ambito di 7 attività ispettive nel settore del lavoro e regolare sono stati individuati due lavoratori “in nero” in quanto senza contratto all’interno di un esercizio di somministrazione di bevande. I riscontri sono stati eseguiti nei comuni di Sirolo, Maiolati Spontini, Jesi, Cupramontana e Castelplanio.

Si è proceduto inoltre al sequestro amministrativo presso due negozi, di cui uno all’interno di un centro commerciale di Senigallia, di 183 articoli di materiale elettrico a bassa tensione in quanto privi di requisiti sicurezza previsti dalla marcatura CE. Presso il porto di Ancona sono stati intercettati 10.315 euro non dichiarati al seguito, con relativa violazione in materia di movimentazione transfrontaliera di capitali .

Prima della chiusura per festività della scuole, è stato in altro effettuata con l’impiego di unità cinofile una specifica attività di prevenzione e repressione all’uso di sostanze stupefacenti nella zona adiacenti all’Istituto d’Istruzione superiore Volterra-Elia di Ancona che ha consentito di sequestrare 3 grammi di marijuana caricodi un 19enne, segnalato alla Prefettura .

Le specifiche attività investigativa e di controllo si inquadrano nella repressione di quei fenomeni di illegalità tali da turbare il libero svolgimento dell’attività delle imprese sane e rispettose delle regole, mirando a garantire contemporaneamente un adeguato livello di sicurezza-economico finanziaria ai cittadini anche in questo periodo di festività di fine anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.