Primo giorno di scuola a Moie per 240 alunni di Pianello accolti nel Polo scolastico

MOIE – Rientro in classe oggi per molti piccoli e grandi studenti in tutto il territorio della Vallesina. A Moie, è stato il primo giorno di scuola per i 240 allievi della scuola media “Pascoli”  di Pianello, accolti nella nuova ala del Polo di via Venezia a causa dell’inagibilità del vecchio edificio per vulnerabilità sismica. La separazioni degli ingressi tra i due istituti e l’organizzazione dei trasporti, messi a disposizione delle famiglie a spese dei Comuni ospiti, secondo orari prestabiliti hanno fatto in modo che tutto filasse liscio, grazie anche alla presenza delle pattuglie di Polizia locale intervenute negli orari di entrata e uscita.

«In questa situazione di emergenza per la chiusura della scuola Media di Pianello Vallesina, abbiamo cercato di trovare la soluzione più adeguata affinché gli alunni del nostro Istituto scolastico potessero iniziare l’anno scolastico, salvaguardando ciò che era la nostra prioritaria preoccupazione, ovvero l’ottimizzazione degli aspetti socio/didattici degli alunni – fa sapere l’Amministrazione comunale di Monte Roberto – Il nostro ringraziamento va agli Amministratori del comune di Maiolati Spontini e a tutta la Comunità che fin dal primo momento si sono resi disponibili ad accogliere i nostri alunni.

Vorremmo ringraziare anche le Famiglie della nostra Comunità che di fronte ad una situazione così difficile si sono dimostrate subito collaborative, nonostante durante i prossimi mesi saranno chiamate a gestire il disagio dello spostamento dei loro figli presso un plesso scolastico di un comune limitrofo».

 

4 Commenti su Primo giorno di scuola a Moie per 240 alunni di Pianello accolti nel Polo scolastico

  1. E della scuola villa Salvati che é stata chiusa causando un terremoto per tutti i ragazzi e i genitori il sindaco di monte Roberto non se ne é preoccupato ha scaricato la palla al preside della scuola che per fortuna si é preoccupato dell’incolumità degli alunni trasferendo a 2 giorni da l’inizio della scuola ajesi con lezioni pomeridiane speriamo si sblocchi tutto questa settimana

    • Lei è così ben informata da conoscere la corrispondenza, gli accordi tra gli interessati e le forme di responsabilità del sindaco e del preside? Conosce il problema, i fatti, le circostanze e le norme che regolano il caso per poter sfornare sentenze a carico di alcuni e a discapito di altri?

  2. Ringrazio vivamente le parti coinvolte nella vicenda perché stanno rendendo impossibile a mio figlio frequentare la scuola ed hanno dimostrato per l’ennesima volta che la burocrazia è pigra ed indolente ma bravissima a giocare a scarica barile.

  3. Gentile Signora,
    mi dispiace se il mio commento non Le è piaciuto ma da quanto ho capito dalla riunione tenutasi a scuola questa situazione perdura da diverso tempo con corrispondenze tra le varie istituzioni (durano da mesi) corredate da relazioni tecniche alcune vecchie di anni, un lasso di tempo fin troppo lungo per trovare una soluzione. Mi permetta quindi di esprimere disappunto per una situazione che mio figlio e gli altri studenti stanno vivendo sulla propria pelle. Fatto certo non parole.
    Cordiali saluti
    Cristiana Raspa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*