Pronto soccorso, sì all'ampliamento ma via altri due medici | Password Magazine

Pronto soccorso, sì all’ampliamento ma via altri due medici

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – «Con grande soddisfazione, abbiamo appreso dalla stampa che la Direzione dell’ASUR , dopo i nostri ripetuti solleciti, sta predisponendo un progetto di ampliamento del Pronto soccorso» sono le parole di Pasquale Liguori, coordinatore del Tribunale per i Diritti del Malato che parla di un intervento «davvero necessario per poter porre fine a quella vergogna delle barelle nei corridoi e ridare dignità e riservatezza ai pazienti che devono attendere il loro turno anche per dodici ore di fila».

L’augurio del Tribunale è che i lavori si facciano quanto prima che prevedano anche un locale che possa accogliere eventuali arrivi di pazienti con sospetto di patologie infettive che oggi non hanno un’allocazione dedicata: «Siamo consapevoli che ampliare gli spazi non sia la soluzione di tutte le problematiche del Pronto Soccorso e ci aspettiamo che, quanto prima, la Regione attivi le Case della Salute che sgraverebbero gli accessi al Pronto Soccorso da quelle patologie da codice verde e bianco».

Ma un’altra tegola sta per abbattersi sulla struttura: quella della carenza di organico medico: «Attualmente mancano due medici rispetto all’organico standard ma a marzo ci potremmo ritrovare con un ulteriore carenza di due medici che entro tale data dovrebbero andare via – scrive il Tribunale – E allora abbiamo scritto alla Direzione dell’ASUR di avviare quanto prima i concorsi per l’assunzione di medici a tempo indeterminato e non di avvisi a scadenza che non risolverebbero il problema».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.